Modena, la stampa locale teme che il nuovo presidente sia solo un presta-nome. Il Padova vincerà a tavolino? La situazione

Modena, la stampa locale teme che il nuovo presidente sia solo un presta-nome. Il Padova vincerà a tavolino? La situazione

Commenta per primo!

Mancava la “perla” del caso Modena a quest’annata tragicomica della Serie C. Nuovi sospetti, alimentati dalla stampa locale modenese, tengono con il fiato sospeso i tifosi gialloblu, già piuttosto umiliati dalle recenti vicende societarie. Al timone della società è salito ora tal Aldo Taddeo, imprenditore che si è già creato una bruttissima fama a Varese nel tentativo di rilevare il club lombardo. Taddeo si è detto disposto a pagare in anticipo l’affitto del Braglia da qui alla fine del campionato, senza far riferimento però ai 625 mila euro del mutuo in sospeso, che il Comune reclama per concedere nuovamente l’utilizzo dello stadio. Lunedì alle 17 è previsto l’incontro, forse decisivo, per capire se la partita in casa del 29 ottobre proprio contro il Padova si giocherà o meno. Il sindaco, già in forte imbarazzo per non avere preteso dal Modena nel 2015 le garanzie per onorare gli oneri del mutuo previsti dalla convenzione, non gli ha negato l’incontro, anche perché è l’unico che può mettere alla prova la solidità e le intenzioni di Taddeo, che, come detto, non è accompagnato dalle migliori credenziali. In tanti a Modena sono convinti che Taddeo sia solo un presta-nome di Caliendo: sarà così? Manca poco per scoprirlo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy