Neto Pereira: “Abbiamo lavorato molto per essere pronti domenica. Se arriva Tavano…”

Neto Pereira: “Abbiamo lavorato molto per essere pronti domenica. Se arriva Tavano…”

«Un giocatore che non ha certo bisogno di presentazioni: con lui potremmo diventare uno degli attacchi più forti e attrezzati della categoria». Parole e musica di Neto Pereira, che con Altinier e Germinale formerebbe, insieme a Tavano, uno dei reparti più forti della categoria. Tocca al brasiliano, nuovo capitano biancoscudato dopo l’addio al calcio giocato di Marco Cunico, fare le carte alla stagione che inizierà domenica. «Sicuramente abbiamo fatto un gran bel ritiro», le parole di Neto. «Abbiamo lavorato molto bene e lo stiamo facendo anche alla Guizza. Ci sono tutti i presupposti per arrivare pronti alla partita con il Seregno». La squadra è cambiata molto rispetto all’anno scorso, se l’aspettava? «Per fortuna i nuovi arrivati si sono subito calati con la giusta mentalità. Sono ragazzi tutti molto disponibili, e questo ha aiutato a creare subito un buon gruppo, che con il tempo migliorerà ancora. Anche in campo ci sono diverse novità, dal modulo agli interpreti, ma sono fiducioso, c’è una squadra che ha tutte le potenzialità per fare bene». Pensa che il Padova esca rinforzato da questo mercato? «Sulla carta direi di sì: i nuovi arrivati sono tutti esperti e sono di qualità, e per questo siamo più preparati. Ma i proclami, si sa, non contano: sarà il campo a dare il suo verdetto». Domenica ritroverà Daniele Corti, ma da avversario. Che effetto le farà? «Molto strano, di certo: era da sette anni, tra Varese e Padova, che giocavamo insieme. Spero possa fare una grande stagione a Seregno. Ma a cominciare da lunedì: noi vogliamo la vittoria, è bello andare avanti in Coppa ed affrontare squadre di blasone e di categoria superiore». (da Il Mattino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy