Padova, Bisoli pronto a ripartire: “Dobbiamo rimanere umili, quanto fatto finora non conta più. Molto contento dell’arrivo di Salviato”

Padova, Bisoli pronto a ripartire: “Dobbiamo rimanere umili, quanto fatto finora non conta più. Molto contento dell’arrivo di Salviato”

Commenta per primo!

Bisoli, prima della partenza del Padova per il ritiro di Cesenatico che durerà fino a venerdì, ha parlato così ai giornalisti presenti sulla condizione della squadra e della partita di coppa Italia contro il Vicenza:

Per noi col Vicenza sarà una partita molto importante, passare il turno ci permetterebbe di arrivare alle semifinali, o ai quarti, non sono aggiornato su questo, ma sarà una test probante. Poi li affronteremo in campionato, e sappiamo che ogni vittoria in campionato accorcia le possibilità per le inseguitrici di accorciare su di noi.  Dobbiamo rimanere umili e sapere che quanto fatto finora non conta più e che bisogna essere bravi a ripartire come abbiamo fatto ad inizio stagione. Non voglio entrare nel merito della situazione del Vicenza, sono situazione particolari su cui non sono aggiornato; io guardo alla mia squadra. Penso a questa settimana, in cui dobbiamo prepararci molto bene; dobbiamo recuperare un po’ di energie, soprattutto mentali, per continuare il percorso che potrebbe portarci ad ottenere l’obbiettivo che noi tutti speriamo si realizzi il 6 maggio. Salviato ha passato le vacanze lavorando, sono molto contento di aver preso un giocatore così, che ha voluto lavorare per farsi trovare pronto per il ritiro. Sono felice che sia arrivato un rinforzo subito ad inizio mercato, perchè avrà il tempo di lavorare ed inserirsi nel gruppo, e per queste cose so che ci vuole tempo. C’è un feeling importante tra me, la società e i tifosi, questo mi fa sentire bene. Fortino Euganeo? È vero che le sconfitte o le brutte prestazioni dell’andata sono arrivate tutte in trasferta, ma hanno motivi diversi; col Renate mi prendo le mie responsabilità. Col Gubbio penso che il campo ci abbia veramente penalizzato troppo, mentre col Fano abbiamo regalato un tempo e questa è una cosa che non va bene. Dobbiamo capire che ogni partita è importante, e che non dobbiamo accontentarci. Candido purtroppo ha un grosso infortunio, dobbiamo valutare bene la situazione; non viene in ritiro e questo mi preoccupa molto. Mi viene da dire che potremmo perderlo per 2-3 mesi. Il mercato è sempre aperto, e se arriva Gliozzi va molto bene. Qualcosa dobbiamo fare, perchè le altra andranno di sicuro a rinforzarci e cercheranno di metterci in difficoltà. Ho sempre detto che questo gruppo per me è intoccabile, ma viste le assenze e magari le partenze, dobbiamo fare qualcosa sul mercato. Ma al momento vado avanti col mio gruppo, e non voglio stravolgimenti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy