Padova, si parte. Ecco la nostra griglia di partenza del girone B

Padova, si parte. Ecco la nostra griglia di partenza del girone B

di Redazione PadovaSport.TV

Si parte e, come ogni anno, PadovaSport.tv vi propone la griglia di partenza del campionato dei biancoscudati. Tenendo conto, ovviamente, dei possibili ultimi colpi di mercato che potrebbero spostare ancora gli equilibri da qui a giovedì sera. Girone B della serie C, ecco come lo vediamo:

  1. 1) VICENZA. Parte con il ritrovato entusiasmo della piazza (maggior numero di abbonati del girone), con conferme importanti (Giacomelli) e innesti mirati per la categoria (Ferrari, Romizi, Comi). Da capire se l’allenatore Colombo reggerà la pressione di una squadra che deve far bene per forza.
  2. 2) PADOVA. Bisoli potrebbe riscrivere l’epopea del Cesena in salsa biancoscudata: gli ingredienti ci sono, squadra solida con interpreti di esperienza. Qualche dubbio ancora sulle potenzialità offensive e sull’assenza di un regista puro. Sicuramente però è tra le super favorite alla promozione diretta.
  3. 3) TRIESTINA. Neo promossa con grandi ambizioni, costruita per tentare il doppio salto. Porcari e Arma dicono tutto sugli obiettivi dell’Alabarda. In panchina c’è Sannino, che ha accettato di rimettersi in gioco in serie C.
  4. 4) PORDENONE. Il presidente Lovisa ha un chiodo fisso: portare i Ramarri in serie B. Dopo averci provato l’anno scorso, altro tentativo quest’anno con la rosa rinforzata ulteriormente. Squadra affidata a Colucci per il dopo Tedino.
  5. 5) REGGIANA. Formazione molto solida che per il terzo anno di fila si appresta a cominciare il campionato con obiettivi dichiarati di promozione. Tridente di Menichini con Altinier terminale offensivo.
  6. 6) FERALPI SALO’. Altro club ambizioso del girone, che ha alzato l’asticella con rinforzi da big (Emerson, Dettori, Vitofrancesco, Capodaglio).
  7. 7) SAMBENEDETTESE. Al settimo posto scende nettamente la qualità della rosa rispetto le prime posizioni: qui mettiamo la Samb di Moriero che tra le proprie fila vanta giocatori con grande esperienza anchen in categorie superiori come Troianiello e Bacinovic. Manca ancora qualcosa per lottare per l’alta classifica.
  8. 8) BASSANO. Sembrava dovesse cambiare politica nel mercato, con le dichiarazioni di giugno del presidentissimo Renzo Rosso, in realtà è il solito Bassano che vuole puntare soprattutto sull’effetto sorpresa. Solito 4-2-3-1 con pochi innesti, panchina a Magi dopo l’ottimo lavoro a Gubbio.
  9. 9) ALBINOLEFFE. Formazione che darà filo da torcere a tutti, 3-5-2 con esterni veloci. Si dice bene dell’attaccante Kouko.
  10. 10) RENATE. Le pantere sono pronte a graffiare ancora, dopo l’ottimo campionato (in relazione agli investimenti fatti) dell’anno scorso. 4-3-3 con tridente interessante.
  11. 11) GUBBIO. Il posto di Magi in panchina lo ha preso l’ex biancoscudato (giocò al Padova nel ’97) Cornacchini, dopo due buoni anni alla Viterbese. Si parte con idee di gioco offensive (4-3-3) con giovani interessanti (come l’ex Primavera del Palermo Giacomarro
  12. 12) MODENA. Ancora poca serenità a livello societario, ne ha risentito il mercato con la squadra che deve ancora essere completata. Ci sono comunque buoni interpreti per la categoria (Polverini, Popescu, Calapai) agli ordini del sempiterno Eziolino Capuano
  13. 13) MESTRE. Davvero interessante l’esperimento di calcio dei neo promossi arancioneri: squadra votata all’attacco, impreziosita dalla presenza di veri artisti del pallone (Neto Pereira, Sodinha) e scommesse (Kirwan jr). Ma i vari Sottovia, Beccaro, Rubbo, sono all’altezza della C?
  14. 14) ALTO ADIGE. L’ex centrocampista del Toro Zanetti è l’allenatore più giovane del girone (35 anni): ai suoi ordini una squadra ridimensionata, ma che può contare su qualche indiviudalità di spicco: Vinetot, Frascatore, o le bandiere di casa Fink e Tait.
  15. 15) FANO. Dopo la salvezza conquistata l’anno scorso, si riparte con maggior esperienza della categoria. Interessante il tandem d’attacco Fioretti-Melandri. Si dovrebbe giocare con il 4-3-1-2, l’allenatore è l’esperto Cuttone.
  16. 16) TERAMO. Squadra che deve essere ancora completata, per stessa ammissione del suo tecnico Antonino Asta (che riproporrà il 4-3-3). Da seguire un giovane interessante come Graziano, centrocampista “muscolare” classe ’96 che si è messo in luce nel Renate. Tra i nuovi acquisti anche l’ex Lumezzane Bacio Terracino.
  17. 17) FERMANA. Anche in questo caso si aspettano altri movimenti dal mercato (è atteso Berardocco). Il neo promosso club marchigiano è allenato da Flavio Destro (padre del noto attaccante).
  18. 18) RAVENNA. Altra neo promossa che parte a fari spenti dopo il ritorno in C atteso 6 anni (grazie a una splendida cavalcata con tre promozioni all’attivo). L’entusiasmo della piazza può sopperire alle evidenti lacune di organico.
  19. 19) SANTARCANGELO. Il club romagnolo parte nettamente ridimensionato rispetto all’anno scorso, unico obiettivo la salvezza. L’allenatore è Angelini (ex Rovigo).

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy