Padova: tutti i numeri e le statistiche della stagione biancoscudata

Padova: tutti i numeri e le statistiche della stagione biancoscudata

Commenta per primo!

Tutte le statistiche e le curiosità sulla stagione dei biancoscudati sotto forma di numeri.

54: I punti finali del Padova in questo campionato che sono valsi il quinto posto nell’anno del ritorno tra i professionisti. 33 i punti ottenuti in casa e 21 lontano dall’Euganeo frutto di 14 vittorie 12 pareggi e 8 sconfitte.

10: Le partite consecutive senza sconfitte (4 vittorie e 6 pareggi). Questa è la striscia positiva più lunga della stagione dei biancoscudati, iniziata alla 13a giornata con lo 0-0 sul campo della Pro Patria (ultima con Carmine Parlato in panchina) e proseguita fino al derby con il Cittadella della 23a (0-1), prima sconfitta con Pillon allenatore dopo 9 nove partite sempre a punti.

46: Le reti messe a segno questa stagione dal Padova, sesto miglior attacco del girone A. 26 reti segnate all’Euganeo e 20 in trasferta. Di queste marcature 28 sono arrivate dagli attaccanti, 12 dai centrocampisti e 6 dai difensori.

30: Le reti subite dai biancoscudati, seconda miglior difesa del girone A dopo la Reggiana e alla pari con il Pordenone. Di queste le solo 11 subite all’Euganeo fanno del Padova la miglior difesa interna del girone, mentre 19 sono arrivate quando i biancoscudati giocavano in trasferta.

16: Le reti di Cristian Altinier che valgono al bomber mantovano il titolo di vice-capocannoniere del girone A alle spalle di Brighenti della Cremonese (17 reti). A seguire tra gli altri realizzatori biancoscudati Neto Pereira (10 gol), Petrilli (7) e Fabiano (4).

14: Le reti dei biancoscudati sugli sviluppi di calci piazzati. Il Padova ha realizzato quasi un terzo delle proprie reti su azioni scaturite da corner, angoli o calci di rigore.

10: I marcatori del Padova in campionato per questa stagione su 24 giocatori di movimento mandati in campo tra le gestioni Parlato e Pillon (compresi Aperi, Giandonato e Ramadani poi partiti a gennaio). Una rete per Favalli, Sbraga, Corti e Baldassin; 2 per Sparacello, 3 per Finocchio, 4 gol per Fabiano, 7 per Petrilli, 10 gol per Neto e 16 per Altinier.

79: I minuti che passano in media tra un gol e l’altro di Claudio Sparacello, giocatore biancoscudato con la miglior media realizzativa. L’attaccante arrivato a gennaio in prestito dal Trapani ha messo a segno due reti in 158 minuti di utilizzo. Dietro di lui Altinier (1 gol ogni 147’) e Finocchio (1 gol ogni 229’).

8: Gli assist di Neto Pereira, giocatore del Padova che ne ha forniti di più ai propri compagni. In questa classifica il brasiliano precede Cunico (a quota 7), Ilari (6) e Altinier (3).

32: Le presenze di Cristian Altinier, biancoscudato sceso più volte in campo in questa stagione ed assente solo alla prima giornata a Reggio Emilia e all’ottava contro il Mantova. Dietro al bomber arrivato dall’Ascoli ecco Diniz (31 presenze) e Neto, Favalli e Petrilli con 30.

1530: I minuti giocati da Alessandro Favaro e Lazar Petkovic, i due portieri biancoscudati di questa stagione, scesi in campo per 17 gare a testa. Il portiere serbo, titolare ad inizio stagione ha lasciato i pali della porta del Padova per infortunio all’ex Sacilese dalla 4a alla 7a e dalla 22a alla 38a giornata. 11 le reti subite da Petkovic, 19 invece da Favaro.

2: Le presenze di Oleg Turea, giocatore sceso in campo in meno occasioni tra quelli utilizzati visto che Marco Dell’Andrea e Andrea Bottalico (aggregato dalla Berretti a metà stagione) non hanno mai esordito con la maglia biancoscudata. Dopo di loro tra chi è sceso in campo meno volte 9 le presenze per Baldassin (arrivato a gennaio) e 10 per Anastasio.

2767: I minuti giocati da Marcus Diniz, giocatore più impiegato da Parlato e Pillon per quanto riguarda il minutaggio. Il difensore brasiliano ex Lecce ha saltato solo 3 gare e tutte per squalifica (2 volte per somma di ammonizioni, una per espulsione) e non è mai stato sostituito. Dietro a Diniz tra i giocatori con più minuti in campo ecco Neto (2621’), Favalli (2606’) e Altinier (2367’).

34: I minuti giocati da Oleg Turea tra la gara esterna col Renate e l’ultima in casa con l’Alessandria, tra i giocatori scesi in campo quello meno utilizzato. Detto di Dell’Andrea e Bottalico (zero minuti per loro), dopo Turea tra chi ha meno minuti di utilizzo ecco Sparacello (158’ da gennaio), Anastasio (353’) e Baldassin (421’ sempre da gennaio).

11: Le volte in cui sono subentrati Davide Mazzocco e Claudio Sparacello, i due giocatori entrati in più occasioni a partita in corso. Dietro a loro in questa particolare classifica ci sono Petrilli (9 volte), Cunico (8) e Bearzotti e Anastasio entrambi entrati per 7 volte a gara iniziata.

17: Le volte in cui Nicola Petrilli è stato richiamato in panchina a gara in corso durante tutto il campionato. L’esterno ex Crotone è il più sostituito tra i biancoscudati davanti a Ilari (uscito 13 volte), Altinier (11), Cunico (9) e Neto (8).

10: I cartellini gialli ricevuti da Marcus Diniz, il più ammonito tra i giocatori del Padova. Dopo di lui tra i più “cattivi” ci sono Corti e Dionisi (8 gialli a testa), Fabiano e Favalli (a quota 5 ammonizioni). Da segnalare i 1942 minuti giocati da Marco Ilari senza mai essere ammonito.

4: I cartellini rossi per i biancoscudati in questa stagione, tutti per difensori e tutti per giocatori diversi. Hanno lasciato la squadra in 10 uomini: Fabiano alla 6a contro il Cittadella (gara persa 3-1), Favalli alla 12a contro il Cuneo (gara persa 3-1), Diniz nel derby con il Cittadella di ritorno (23a giornata, sconfitta 1-0) e Dionisi alla 33a con il Bassano (sconfitta per 2-1).

3: I rigori concessi al Padova in questa stagione. Uno solo segnato, quello di Altinier nel derby d’andata con il Cittadella al ”Tombolato”. Due invece quelli falliti ed entrambi contro il Renate: Altinier calciò fuori all’andata (gara finita 0-0), mentre Petrilli se lo fece parare al ritorno (gara vinta 1-0).

4: I rigori fischiati contro i biancoscudati, tutti nel girone d’andata. Tre sono stati realizzati ovvero quelli di Maritato (Padova-Sudtirol 0-2), Iori (Cittadella-Padova 3-1) e Bellazzini (Pavia-Padova 2-0). Uno invece è stato parato da Lazar Petkovic a Bruno in Giana Erminio-Padova 1-2.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy