Pescara-Padova, le probabili formazioni. Cappelletti e Zambataro dal primo minuto

Pescara-Padova, le probabili formazioni. Cappelletti e Zambataro dal primo minuto

di Gianmarco Zandonà

La situazione non è rosea: il numero di partite a disposizione è sempre più ridotto e da qui alla fine bisogna cercare veramente di raccogliere il massimo da ogni gara. In ottica salvezza si apre una serie che può dire molto sul futuro biancoscudato: tre partite in una settimana (Pescara, Brescia e Crotone), con l’occasione di sfruttare i diversi scontri diretti tra le concorrenti nella lotta per non retrocedere. Sulla carta contro gli abruzzesi e contro i primi della classe c’è da fare l’impresa, ma il mantenimento della categoria passa da qui. La sfida di sabato pomeriggio allo Stadio Adriatico è quindi fondamentale.

 

QUI PESCARA- I biancazzurri arrivano dal successo di Crotone, in piena corsa per la promozione diretta, a cinque punti della vetta. In casa vogliono ritrovare quella vittoria che non è ancora giunta nel nuovo anno e rifarsi dai due punti gettati nel match di andata. Il dubbio principale di mister Pillon riguarda la corsia mancina, dove all’assenza di Balzano per squalifica si è sommata quella di  Del Grosso per infortunio. Molto probabilmente Ciofani sarà dirottato a sinistra e il giovane scuola Inter Gravillon agirà da terzino destro. Molto dipenderà anche dalle condizioni di Campagnaro, non al meglio. Per via degli impegni ravvicinati c’è da aspettarsi qualche novità di formazione, ma contro il Padova dovrebbe esserci il classico 4-3-1-2 con Brugman in regia e Marras a supporto del tandem offensivo Mancuso-Monachello.

 

Probabile formazione (4-3-1-2): Fiorillo; Gravillon, Campagnaro, Scognamiglio, Ciofani; Memushaj, Brugman, Crecco; Marras; Mancuso, Monachello. 

 

QUI PADOVA- Non ci sono grossi dubbi di formazione per Bisoli, l’undici che andrà ad affrontare il Pescara sarà nell’abito tattico dell’ultime uscite, con un giocatore di raccordo e supporto tra la linea di centrocampo e l’attacco, con facoltà di inserimento. Questo ruolo lo ricoprirà quasi certamente Capello. Out Mbakogu e Lollo per ristabilirli al 100%, il mister sceglie di schierare Baraye in coppia con Bonazzoli. Dovrebbe rifiatare Morganella, al suo posto la velocità di Zambataro mentre nel pacchetto arretrato possibile titolarità per Cappelletti (autore del gol che ha acciuffato il pari all’andata). Panchina per Clemenza. Rientra nella lista dei convocati il difensore Capelli.

 

Probabile formazione (3-4-1-2): Minelli; Cappelletti, Cherubin, Trevisan; Zambataro, Calvano, Pulzetti, Longhi; Capello; Bonazzoli, Baraye. A disposizione: Favaro, Gavagnin, Andelkovic, Capelli, Ceccaroni, Morganella, Belingheri,  Broh, Clemenza, Marcandella

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy