Pordenone infuriato: Lovisa tuona con i cronisti, Zamuner vorrebbe Tedino a Padova ma…

Pordenone infuriato: Lovisa tuona con i cronisti, Zamuner vorrebbe Tedino a Padova ma…

Sta succedendo un po’ di tutto dietro le quinte nell’operazione Zamuner-Padova: le voci sull’imminente approdo in biancoscudato dell’uomo mercato dei friulani hanno decisamente turbato l’ambiente in casa Pordenone. Il presidente Mauro Lovisa non l’ha presa benissimo: la notizia del divorzio da Zamuner è stata data dai cronisti locali ieri, proprio alla vigilia della delicata sfida play-off contro la Casertana (oggi al Bottecchia, fischio d’inizio alle 18). Zamuner, che ha già l’accordo in tasca con i biancoscudati, oltretutto vorrebbe portare a Padova Bruno Tedino (è uno dei nomi), lasciando praticamente Lovisa senza allenatore e direttore sportivo (anche se formalmente chi fa mercato in casa Pordenone è il presta-nome Marcelo Mateos) in un colpo solo. Tedino è ancora sotto contratto con i friulani per cui, sebbene è da escludere che Lovisa costringa l’allenatore a rimanere contro la propria volontà, si potrebbe comunque pensare alla richiesta di una penale (un po’ come successe al Padova di Foschi che strappò Calori al Portogruaro, proprio dopo la promozione in B, pagando una sorta di clausola rescissoria).

Bepi Pillon sempre in corsa. Tedino è soltanto un’idea, Bergamin e Bonetto sottoporranno a Zamuner anche il nome dell’attuale tecnico biancoscudato Pillon. Sarà valutato insieme ad altri candidati e non è detto che non possa essere proprio lui l’allenatore del Padova per la stagione 2016/17.

Werner Seeber prima scelta. Voci interne alla società biancoscudata fanno sapere che la prima scelta per il ruolo di ds era Seeber, attuale ds del Bassano, che però non si è sentito di lasciare la società giallorossa, con cui ha ancora un anno di contratto.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy