Renate-Padova, le pagelle: l’esordio è da dimenticare, quante bocciature!

Renate-Padova, le pagelle: l’esordio è da dimenticare, quante bocciature!

di Alessandro Vinci

Bindi 6,5: Incolpevole sui tre gol subiti, tiene in piedi la baracca nel primo tempo con due pregevolissimi interventi su Ungaro prima e Lunetta poi.

Cappelletti 5,5: Dei tre membri del pacchetto arretrato è quello che ha meno colpe, ma per forza di cose soffre di riflesso delle défaillances dei colleghi di reparto. Chi va con gli zoppi…

(dal 61’ Candido 6): Entra all’ora di gioco e griffa l’unica, estemporanea, occasione biancoscudata della ripresa. La traversa trema ancora: che botta!

Russo 4,5: La grave leggerezza che costa ai suoi il gol dello svantaggio ne macchia nettamente la prestazione. Un colpo di sole agostano, si direbbe. Senonché si giocava di sera…

Trevisan 5: In difficoltà sin dai primi minuti alle prese con il giovane Palma, auspicava un ritorno in maglia biancoscudata ben diverso. Quanti spazi concessi lì sulla sinistra!

Madonna 5,5: Parte timido, carbura alla distanza, poi però, costretto sulla difensiva, si eclissa nella ripresa. Certo che se Chinellato avesse capitalizzato il suo preciso traversone basso al 26’, la gara sarebbe stata senza dubbio diversa…

Mandorlini 5: Si mette in evidenza solamente al quarto d’ora di gioco con un buon traversone dalla trequarti in direzione di Chinellato. Non può bastare. Poca sostanza proprio laddove ne servirebbe a volontà.

(dal 61’ Mazzocco 6): Entra con grinta cercando anche la conclusione dalla distanza. Ma il Padova, attorno a lui, si squaglia.

De Risio 6: Riceve i meritati elogi di Bisoli nel postpartita. Questo perché qualcosa cerca di fare, almeno lui, facendosi notare sia in fase di interdizione che in fase di impostazione. Nella ripresa non può però predicare nel deserto.

Pulzetti 5,5: Dovrebbe essere il leader in mezzo al campo, dovrebbe prendere in mano la situazione nei momenti di difficoltà, invece troppo spesso si limita al “compitino”. Non riuscendo nemmeno a pungere tra le linee, viene sostituito nel corso della seconda frazione.

(dal 71’ Capello s.v.): Entra a venti minuti dal termine ma non tocca praticamente palla. E non certo solo per suo demerito.

Contessa 5,5: E’ tra i più positivi nel primo tempo, quando riesce a scendere con puntualità sulla sinistra per sfornare cross di qualità in area di rigore. Nella ripresa va però in sofferenza arretrata, specie quando è chiamato a contenere Finocchio. Il 3-0 nerazzurro lo dimostra.

Guidone 4,5: Supera il metro e novanta, ma riesce a passare inosservato lungo tutto l’arco dei novanta minuti. Fuori fase, fuori forma, fuori tutto, non offre alcun contributo alle iniziative biancoscudate. Chi l’ha visto?

Chinellato 5,5: Prova in almeno tre occasioni a trafiggere Di Gregorio nel corso del primo tempo, ma senza successo. Scarsa freddezza, dunque, ma l’impegno c’è. Si rifarà.

(dal 61’ Cisco 5,5): Cerca di accendere la luce con un paio di ripartenze in verticale nel finale di gara, ma il portiere di casa dorme comunque sonni tranquilli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy