Sala stampa Renate-Padova, Bonetto: “Un incubo”. Bisoli: “Mi assumo le responsabilità”

Sala stampa Renate-Padova, Bonetto: “Un incubo”. Bisoli: “Mi assumo le responsabilità”

di Redazione PadovaSport.TV

Queste le dichiarazioni rilasciate nel postpartita di Renate-Padova da mister Bisoli e dal presidente Roberto Bonetto.

Bisoli: “Nel primo tempo ho visto buone trame di gioco, all’intervallo non eravamo contenti dello 0-0, ma poi siamo entrati male in campo nella ripresa. Oltretutto, sul 2-0 abbiamo giocherellato come se fossimo stati in vantaggio noi, non gli avversari. Dobbiamo capire che nei campi di Serie C bisogna saper essere anche sporchi, non basta giocare bene. Ci è mancata la cattiveria sotto porta e nei rimpalli. Ci lavoreremo in settimana, analizzando specialmente il secondo tempo. So di avere una squadra che lavora, con gli attributi, vogliamo lasciarci alle spalle questa brutta gara, mi assumo io tutte le responsabilità. Evidentemente non sono riuscito a trasferire le buone cose dei primi 45′ anche nel secondo tempo. E’ una sconfitta che fa male, però è importante sapere che i campionati si vincono a maggio e non alla prima giornata. Se doveva esserci una sveglia, meglio averla presa subito. Nel primo tempo la mia squadra sembrava conoscersi bene, abbiamo concesso poco, ma nel secondo c’è stato un calo mentale. Tuttavia, non siamo lontani dall’essere la formazione che vogliamo vedere in futuro, perché con un secondo tempo all’altezza del primo la sconfitta non sarebbe arrivata. Ci manca l’ultimo passaggio, ci vorrà ancora un po’ di pazienza come avevo previsto. Ma certo non immaginavo che questo avrebbe significato perdere stasera. Il problema è che, a fine primo tempo, la squadra ha pensato che sarebbe stato facile andare a vincere nella ripresa, invece ci siamo fatti due gol da soli con dei gravi errori che ci hanno depresso. E questo non deve accadere, perché poi sul 2-0 la partita si è chiusa. Cosa ho detto alla squadra? Che bisogna svegliarsi, si deve vincere. E per vincere si può anche fare come il Venezia dell’anno scorso, con palle lunghe in avanti. Dimentichiamoci i fraseggi e il bel gioco, se poi non concretizziamo le occasioni. Il mercato? La società ha lavorato bene, io sono contento di ciò che ho a disposizione. Poi, se il mercato ci darà qualcosa in più, noi ce lo prenderemo. Noi ora non dobbiamo farci distrarre né dalle vittorie né dalle sconfitte. Andiamo avanti con serenità e vedrete che a maggio questa squadra sarà nei quartieri che merita”.

Bonetto: “E’ destino non riuscire a partire bene in Lega Pro evidentemente… Prendiamo atto di questo e guardiamo al futuro con ottimismo. Di certo non mi aspettavo di venire a qui a prendere tre gol: sembra un incubo, questa notte credo farò fatica a dormire. Eppure nel primo tempo avevamo giocato bene, eravamo anche andati vicini al gol con Chinellato, ma poi chapeau al Renate che ci ha messo sotto. Questa gara ci ha insegnato che la stagione sarà dura. E mi auguro che non blocchi completamente la campagna abbonamenti. Nel frattempo ringrazio i tremila tifosi che ci hanno già dato fiducia. Il mercato? Vedremo dove si potrà intervenire in questi ultimi tre giorni di trattative. Il mister comunque ad oggi è soddisfatto della squadra a sua disposizione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy