Venezia-Padova, precedenti ultracentenari tra le due squadre. Tra cui quell’8-0 da record…

Venezia-Padova, precedenti ultracentenari tra le due squadre. Tra cui quell’8-0 da record…

Commenta per primo!

Le ore scorrono rapide. Inesorabili. Ne mancano già meno di settantadue: il derby è ormai imminente. E la febbre sale, perché Venezia-Padova, per gli esponenti di entrambe le tifoserie, non potrà mai essere una partita come le altre. A certificarlo, non solo la mera vicinanza geografica, non solo i goliardici sfottò agostani di Tacopina, ma anche e soprattutto la storia che da oltre cent’anni lega le due formazioni. La prima sfida ufficiale tra biancoscudati e lagunari risale infatti all’ottobre 1914: 1-1 al neonato Penzo il risultato finale, con rete padovana griffata da capitan Silvio Appiani.
In totale, ben 83 i confronti in campionato tra le due squadre, con un bilancio di 29 vittorie biancoscudate, 24 pareggi e altrettanti successi del Venezia. Un computo dunque favorevole ai colori del Padova, che però si tinge di neroverde prendendo in esame le sole gare giocate a Sant’Elena: in 41 scontri complessivi, padroni di casa vittoriosi 18 volte, 12 segni X e 11 exploit ospiti. Proprio riguardo a questi ultimi, però, c’è innanzitutto da segnalare il fragoroso 0-8 del 20 novembre 1949, quando gli uomini di Guttmann, allora in Serie A, annichilirono i rivali lagunari grazie a un poker di Prunecchi e a due doppiette di Vitali e Novello. Un punteggio che rappresenta la vittoria esterna più larga non solo della storia del Padova, ma anche di quella della stessa Serie A, ex aequo con un Genoa-Milan datato ‘55, anch’esso terminato con il medesimo risultato.
Che dire poi dell’atavica rivalità tra le due tifoserie? Del leone con la maglia di Pezzato introdotto al Penzo nel 1982 dal compianto Giuliano Gobbo? Del derby dell’Euganeo del 29 ottobre 2007, quello – per intenderci – della gallina di Scantamburlo e del gondoliere di Muzzi (lo abbiamo ricordato qui pochi giorni fa)?
Frammenti di storia, frammenti di vita. Ricordi pronti ad annoverarne di nuovi, oltre sette anni e mezzo dopo l’ultimo incontro (1 marzo 2009, Venezia-Padova 0-1, gol di Varricchio). La storia, insomma, si ripete. E le premesse per vederla arricchirsi di una nuova, succosa pagina sembrano proprio esserci tutte. Bentornato, derby.

 

Leone
Giuliano Gobbo e il “suo” leone sulla vecchia pista del Penzo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy