Vigilia Alto Adige-Padova, Pillon: “Approccio importante perchè loro partono a mille. Petrilli? Valuterò domani”

Vigilia Alto Adige-Padova, Pillon: “Approccio importante perchè loro partono a mille. Petrilli? Valuterò domani”

La conferenza stampa di mister Pillon alla vigilia di Alto Adige-Padova di domani

Commenta per primo!

Tutti presenti tranne Petkovic e Cunico durante la rifinitura di questa mattina alla Guizza in vista della trasferta di Bolzano per la gara contro l’Alto Adige prevista per domani alle ore 15. Petrilli si è allenato con il gruppo ed è l’unico dubbio che ha Pillon che, a parte il cambio obbligato tra i pali, schiererà la formazione che ha battuto il Feralpi domenica scorsa. Ecco le dichiarazioni del tecnico biancoscudato durante la conferenza stampa al termine dell’allenamento di rifinitura odierno: “Sarà una gara difficile e importante, li ho visti giocare molto bene sia a Bassano dove non meritavano di perdere sia in casa con il Pavia. È una squadra che gioca molto bene al calcio, si muovono tutti bene con grande spirito perciò è una formazione da prendere con le molle, cercando di pressarli bene perché la fase di non possesso palla è determinante. Non ho visto la partita d’andata ma mi hanno detto che i ragazzi hanno trovato grandi difficoltà, un motivo in più per stare con le antenne dritte e andare ad affrontarli preparati per giocarsi la nostra partita. Abbiamo perso Petkovic per tre settimane ma abbiamo molta fiducia in Favaro quindi non ci sono problemi, mentre Petrilli si è allenato in gruppo oggi per la prima volta, sarà a disposizione ma vediamo come risponde. Dobbiamo pensare partita per partita, cercando di vincere e fare più punti possibili, bisogna alzare la media punti per arrivare a certi livelli, altrimenti cerchiamo di raggiungere quanto prima la tranquillità e in questo senso le prossime tre gare saranno decisive a partire dalla prossima che è sempre la più importante. Non firmo mai per niente e cerco di ragionare su ogni gara che andiamo ad affrontare, una alla volta cercando di raccogliere il massimo da ogni gara”. Stroppa, tecnico degli avversari ha spesso alternato due moduli, il 3-5-2 e il 4-3-3 ma Pillon ha preparato la squadra ad ogni eventualità: “Credo giocheranno con il 3-5-2 come nelle ultime gare, anche se possono cambiare anche a partita in corso come hanno fatto a Bassano dove sono passati al 3-4-3. Quello che conta di più è il nostro approccio, loro in tutte le gare sono partiti a mille e hanno messo in difficoltà le avversarie sul piano del gioco sin dall’inizio. Dobbiamo essere corti, evitare di allungarci e fare tutte quelle cose che impediscano il loro svolgimento della manovra. Abbiamo migliorato in tante cose, forse dobbiamo essere più cattivi nelgi ultimi metri perché alcune partite vivono sugli episodi e devi cercare di portarli dalla tua parte, cercando di fare gol quando ti capita.” Saranno 21 i convocati, torna Turea e andrà in panchina Reinholds come secondo portiere. Per il resto pochi i dubbi sulla formazione, tranne uno: “Petrilli aveva saltato qualche allenamento anche la scorsa settimana e questa non si è praticamente mai allenato e alla lunga queste situazioni si pagano. Valuterò attentamente la mia scelta”. La squadra partirà alla volta di Bolzano nel pomeriggio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy