Zamuner: “Questa squadra ha bisogno di una vittoria. Scetticismo ingiustificato attorno al gruppo”

Zamuner: “Questa squadra ha bisogno di una vittoria. Scetticismo ingiustificato attorno al gruppo”

Commenta per primo!

«Questa squadra ha sempre lavorato bene, ma è chiaro che ha bisogno di una vittoria per acquisire un pò più di autostima e per mettere a tacere certe polemiche e rumors che ci sono sin dall’inizio». Più diretto di così non potrebbe essere Giorgio Zamuner, che senza tanti giri di parole va dritto al succo. «A cosa mi riferisco in particolare? Allo scetticismo che c’è attorno a questo gruppo di lavoro e che non è giustificato. L’unico modo per metterlo a tacere sono i risultati. La squadra è più che competitiva, formata da giocatori validi sul piano tecnico e sul piano umano, ed è giusto dare un pò di tempo a questi ragazzi e allo staff. Se sabato avessimo pareggiato 1-1 creando tutte quelle occasioni con Venezia, Parma, Reggiana o Modena sarebbe stato sottolineato in maniera diversa, siccome l’abbiamo fatto con l’Albinoleffe ripescato in agosto è passato come un passo falso, anche se in realtà abbiamo affrontato una compagine discreta. I tifosi meritano un plauso perché nel secondo tempo con il loro sostegno sono riusciti a far tirare fuori qualcosa in più alla squadra, attorno alla quale però – ripeto – aleggia un pò di scetticismo, e lo si percepisce». Il diggì si sofferma sulla prestazione dei biancoscudati con i bergamaschi. «Si nota che siamo una squadra che deve ancora migliorare certi automatismi, però non è una bestemmia dire che il risultato è bugiardo. Abbiamo creato tantissime occasioni, e pagato a caro prezzo l’unico errore commesso nel primo tempo. È vero che nel finale abbiamo corso un rischio clamoroso, ma nella ripresa abbiamo avuto una reazione importante cercando il successo in tutti i modi, e purtroppo non ci siamo riusciti. Se creiamo tutte quelle occasioni nelle prossime partite, qualcuna riusciamo a vincerla». Tre punti che sono d’obbligo domani con il Forlì nel secondo appuntamento consecutivo all’Euganeo. «Ci siamo allenati bene durante la settimana, e tutti ci aspettiamo il risultato pieno. Abbiamo visto il Forlì nei match con Venezia e Pordenone, è senz’altro una squadra che gioca bene a calcio. Si difende e riparte con velocità avendo davanti tre giocatori rapidi. Anche loro sono stati ripescati, e quindi sono stati costruiti un pò alla volta: hanno meno giocatori di nome rispetto all’Albinoleffe, ma sono organizzati. Per fare risultato ci vorrà una prestazione con la testa, mettendoci al tempo stesso voglia e determinazione viste nella ripresa sabato». Intanto, la partita con la Sambenedettese rinviata alla prima giornata, sarà recuperata quasi certamente martedì 11 ottobre. «Sia noi e sia il club marchigiano abbiamo mandato la richiesta in tal senso. La Lega ci aveva chiesto di recuperare la gara nei primi giorni di ottobre, credo che sia la data giusta. Attendiamo solo il benestare della Lega». Data che va bene ai biancoscudati per un duplice motivo: sabato 8 ottobre giocheranno in trasferta a Teramo, per cui resteranno ad allenarsi in zona fino alla sfida con la Sambenedettese evitando così un secondo lungo viaggio, e inoltre giocare al martedì consentirà di avere un giorno di recupero in più in vista della sfida con la Reggiana in calendario sabato 15. (da Il Gazzettino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy