Padova-Belluno, Vecchiato: “Posso assicurare che contro i biancoscudati daremo tutto”

Padova-Belluno, Vecchiato: “Posso assicurare che contro i biancoscudati daremo tutto”

Commenta per primo!

Continuare il sogno. Domani pomeriggio il Belluno va a Padova per provare a mantenere il primato in classifica. In caso di vittoria i gialloblù rimarrebbero soli in vetta, mentre anche il pareggio sarebbe comunque un risultato prezioso che li manterrebbe a pari punti con i biancoscudati, ma con il possibile aggancio dell’Altovicentino, impegnato in casa con l’Union Pro e distante due punti dalla coppia di testa. «La sfida con i Biancoscudati ha un grande fascino per tutti noi e dobbiamo essere orgogliosi di poter giocare partite di questo livello», commenta mister Roberto Vecchiato. «Personalmente ho avuto la fortuna di giocare all’Euganeo quattro volte in carriera quand’ero a Trieste ed è veramente un’emozione unica. In settimana abbiamo preparato la partita nei minimi dettagli. Noi abbiamo un’identità di squadra e sicuramente non la snatureremo per questa sfida. Il Padova è una formazione molto fisica ed esperta, una squadra per certi versi simile al Pordenone dello scorso anno. Giocheremo davanti a tantissime persone e sono sicuro che i nostri tifosi, nonostante saranno in minoranza, ci sosterranno per tutti i 90’. Da parte nostra posso assicurare che daremo tutto». I dubbi. Il tecnico gialloblù recupera anche Julian Prunster, che si è allenato con il gruppo in settimana e si aggregherà alla Juniores questo pomeriggio per poi andare in panchina domani. Vecchiato avrà comunque il suo bel daffare per scegliere gli undici da mandare in campo. La prima decisione sarà tra i pali, Solagna (1996) o Schincariol (1995)? I due sono sullo stesso livello. Per tre posti su quattro in difesa non ci dovrebbero essere problemi,con Merli Sala e Sommacal al centro e Pescosta sulla corsia di destra. A sinistra il ballottaggio è tra Mosca e Pellicanò. Se Vecchiato dovesse optare per il centrocampo con Bertagno, Masoch e Miniati, allora sulla corsia bassa di sinistra giocherà Pellicanò, fuori quota del 1995, mentre l’ultimo giovane utile sarà nel tridente e dovrebbe essere uno tra Posocco e D’Incà. Se, invece, Duravia dovesse essere spostato, come già successo, in mediana, potrebbe essere Mosca l’indiziato per partire dall’inizio con entrambi i giovani attaccanti davanti, appunto Posocco e D’Incà, insieme a bomber Corbanese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy