Sala stampa Giorgione-Padova, Parlato: “Bella vittoria, ma non abbiamo ancora fatto nulla”. Ferretti: “Non sono nuovo a gol da metà  campo. Poi ho fatto una cavolata”

Sala stampa Giorgione-Padova, Parlato: “Bella vittoria, ma non abbiamo ancora fatto nulla”. Ferretti: “Non sono nuovo a gol da metà  campo. Poi ho fatto una cavolata”

Commenta per primo!

Queste le dichiarazioni rilasciate nel postpartita dai protagonisti di Giorgione-Padova.

Parlato: Oggi eravamo chiamati a dare qualcosa in più. Bella vittoria, sono soddisfatto. Molto bene il primo tempo. Aperi? Nelle ultime settimane si è allenato davvero bene, si è meritato lo schieramento dall’inizio.  Ferretti? Dopo l’espulsione era dispiaciuto. Ma l’importante è che abbiamo portato a casa la partita. Teniamo sempre presente quanto sia alto il nostro ritmo, ma allo stesso tempo che non abbiamo ancora fatto nulla. Ed anche i sostituti si sono ben comportati. Mi danno la possibilità  di contare su di loro. Vedo un buon affiatamento. Quando si va in campo e si è amici ci si aiuta l’un l’altro. E’ questo ciò che mi piace. Il gol di Ferretti? Lui ha questi colpi. Complimenti a lui, ma peccato per l’espulsione.

Ferretti: Il mio gol? Avevo già  notato che il portiere usciva spesso. Quando ho preso palla non ci ho pensato su due volte ed ho calciato. Avevo già  segnato da centrocampo quando giocavo a Chioggia, ma questo gol credo sia più bello perché realizzato da posizione più defilata. L’espulsione? Mi prendo le mie responsabilità . Ho fatto una cavolata. A trent’anni non si deve. Quando, dagli spogliatoi, ho sentito il boato del pubblico per il quarto gol sono stato più contento rispetto al mio gol del primo tempo. Ho pensato: “meno male!” In ogni caso, secondo me la prima ammonizione non c’era. Non ho simulato, quello era rigore. La seconda invece è stata giusta. Il fallo di mano è stato istintivo, non volevo perdere il possesso del pallone. (nel frattempo arriva Bergamin: “Rulo, con il tuo gol avevi guadagnato un premio da diecimila euro, ma poi con l’espulsione hai preso una multa di pari valore! E’ stato un gol che da solo è valso il prezzo del biglietto).

Cunico: E’ stata la mia prima doppietta qui a Padova. Sono contento dell’approccio che abbiamo avuto all’inizio del match e sono contento del 3 a 0 al termine del primo tempo. Poi, dopo il quarto gol, è subentrata un po’ di stanchezza. C’è sempre qualcosa da migliorare. Avevamo tanta voglia di ricominciare a correre dopo un passo falso. Oggi non era semplice. Il campo era pesante. Ci sarebbe piaciuto non subire nemmeno un gol ma, purtroppo, non ci siamo riusciti. L’espulsione di Ferretti? Ci può stare. E’ stato un effetto della foga, della carica agonistica. Sono cose perdonabilissime. Specialmente dopo una vittoria. Per quanto riguarda la mia prestazione, sono contento. Sì, ho trentasei anni ma cerco di tenere botta e di non accontentarmi mai. E’ questo il segreto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy