Sentite Di Nardo: “Penso di smettere, è il sistema che mi porta a farlo”. Tifosi uniti: “Ti riporteremo a Padova”

Sentite Di Nardo: “Penso di smettere, è il sistema che mi porta a farlo”. Tifosi uniti: “Ti riporteremo a Padova”

La pubblicazione di una nuova foto sul proprio profilo facebook, gli affezionati commenti da parte dei suoi ex tifosi, la confessione che non ti aspetti: Totò Di Nardo è intenzionato ad appendere le scarpette al chiodo.

L’attaccante campano (36 anni il prossimo 23 luglio), reduce da una stagione a secco di reti tra le fila della Carrarese, lo comunica a chiare lettere a chi si augurava di vederlo nuovamente all’ombra del Santo: “Penso di smettere”. “Ma è il sistema che mi porta a farlo – aggiunge poi. Ho ancora tanta voglia e tanto entusiasmo per continuare, ma purtroppo quello non basta”. Parole sibilline, parole risolute.

In breve tempo, ecco piovere ulteriori attestati di stima da parte dei suoi aficionados: “Totò non puoi smettere!”, “Totò non mollare!”, “Ce ne freghiamo del sistema – scrive Giacomo. Ti piacerebbe tornare a Padova? Il pubblico patavino spingerà  affinché ciò avvenga. Abbiamo ottenuto la futura costruzione di una curva, otterremo anche il tuo ritorno!”. Pronta la risposta dell’eroe di Busto: “Se la nuova politica della società  è quella di non riprendere gente che è già  stata lì, di cosa vogliamo parlare… Non penso si possa fare qualcosa. Comunque, se volete provare a fare un tentativo, fatelo!”.

Insomma, è un Di Nardo che sarebbe disposto a tornare sui suoi passi in caso di chiamata biancoscudata. Una chiamata alla quale avrebbe risposto con entusiasmo anche nel corso di questa stagione in Serie D. Ma è stato proprio il napoletano a cogliere il nocciolo della questione: alla B&B le minestre riscaldate non piacciono, le rigettate candidature di Mazzoni e Cuffa ne sono la più lampante delle dimostrazioni.

Comunque vada, dunque, un grosso in bocca al lupo Totò!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy