Succi: “Tornerò al cento per cento, ringrazio tutti per l’affetto”

Succi: “Tornerò al cento per cento, ringrazio tutti per l’affetto”

Commenta per primo!

“Non mi era mai capitato in carriera un infortunio grave, al massimo uno strappo a Palermo ma sono stato fuori solo un mese”. Queste le prime parole di Davide Succi, arrivato oggi a Bresseo con le stampelle, accompagnato dal team manager Dino Bellini. La rottura del tendine d’Achille e il successivo intervento chirurgico lo costringeranno a fermarsi per tutto il resto della stagione. Prima dei ringraziamenti, durante i quali Davide ha cercato di nascondere l’emozione, un flash sul momento dell’infortunio: “Ho sentito un crack, Porcari mi aveva appena sfiorato, poi una fitta forte e tanta paura perchè per un attimo ho pensato che la mia carriera potesse finire. Invece i medici mi hanno garantito che tornerò al 100% come prima. Vorrei ringraziare i tifosi per l’affetto che mi stanno dimostrando in queste ore, poi un grazie particolare al presidente Cestaro, al ds Foschi, all’allenatore che sono sicuro porterà in alto il Padova grazie alla sua grande personalità. E se i miei compagni mi faranno questo regalo magari tornerò per i playoff… Il mio grande sogno è quello di superare i 25 goal di Gastone Prendato, questo era l’obiettivo di inizio stagione”. Il medico sociale Patrizio Sarto ha però quasi escluso l’ipotesi di un ritorno per giugno: “Per adesso è prematuro, diffcile fare ipotesi. Ci vorranno quattro mesi perché torni a mettersi a disposizione, e poi altro tempo per tornare in squadra. Certo è che la rottura del tendine d’achille capita anche a soggetti asintomatici, non ci sono preavvisi. Succi sarà operato mercoledì dal prof. Benazzo a Pavia”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy