Antenore Energia Virtus, gesto da capitano di Schiavon: “Donare il sangue è semplice e non rischioso”

Antenore Energia Virtus, gesto da capitano di Schiavon: “Donare il sangue è semplice e non rischioso”

di Redazione PadovaSport.TV

Un bravo capitano deve dare il buon esempio, in campo e fuori. Venerdì mattina, con le dovute precauzioni, Federico Schiavon si è recato al Centro Trasfusioni dell’Ospedale dei Colli per donare il sangue alla sezione ponterotto-Limena della Fidas. “Un gesto dovuto – ammette il capitano dell’Antenore Energia Virtus, sulle colonne de Il Gazzettino – specie in questo momento. Spero che altri, vista l’assoluta necessità, seguano il mio esempio. Anch’io, del resto, ho compreso sono di recente l’importanza di donare il sangue”. In uno degli ultimi allenamento (prima del blocco delle attività9, la formazione di Daniele Rubini aveva ospitato la sezione locale della Federazione Italia Associazione Donatori Sangue con il presidente Antonio Bedin per suggellarne la partnership con la società neroverdi, era presente una rappresentanza del gruppo di Montà-Ponterotto. “È una pratica semplice e virtuosa – aggiunge Schiavon – Il contesto appariva surreale: il responsabile che è venuto a prendermi, infatti, era stato fermato per un controllo. All’interno dell’ospedale, oltre a produrre l’auto-certificazione e rispettare le distanze, con il tester ci hanno misurato due volte la temperatura, appena entrati e prime del prelievo”.

Sport a casa? Ecco le migliori cyclette in commercio, arrivano direttamente a casa tua!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy