Coni Veneto, domani Ponchio sarà eletto nuovo presidente. Bardelle lascia dopo tre quadrienni

di Redazione PadovaSport.TV

Due sfidanti per una poltrona fino a qualche settimana fa, oggi un solo nome. Tanto che domani (sabato 13 marzo) al Crown Plaza di Padova l’elezione del nuovo presidente (e della giunta di sette consiglieri) del Coni Veneto è solo una formalità. Sarà Dino Ponchio, 74 anni, padovano, ex direttore tecnico della nazionale di atletica leggera, quindi dirigente a vario titolo in Fidal e infine direttore scientifico della Scuola regionale dello Sport il nuovo presidente del Coni Veneto. L’altro candidato, infatti, Giuseppe Franco Falco, 71 anni, di Schio, maestro dello Sport, delegato Coni Point Vicenza non ha raggiunto il numero minimo di 10 avalli per presentarsi in assemblea (un paio di firme delle federazioni sono risultate inutilizzabili e sembra che Falco abbia preferito non intraprendere la via del ricorso visti i tempi stretti). Dopo tre quadrienni consecutivi, dunque, Gianfranco Bardelle, 81 anni, lascia la carica al suo “erede naturale” Dino Ponchio, che ha sempre sostenuto. Saranno 56 gli elettori chiamati a pronunciarsi.

Il nodo dei membri di giunta

Se per il nome del presidente è tutto già deciso, c’è grande bagarre e tensione attorno ai nomi dei membri di giunta, con quattro candidati per tre posti per le FSN e due candidati per un posto in quota atleti. Per quest’ultimo è in corsa anche Rossano Galtarossa, che era stato inizialmente in odore di candidatura anche per la presidenza, come ci aveva spiegato durante l’ultima trasmissione di Storie di Sport.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy