Alex Zanardi in condizioni gravissime, ecco la dinamica dell’incidente

Alex Zanardi in condizioni gravissime, ecco la dinamica dell’incidente

di Redazione PadovaSport.TV

“E’ ricoverato in condizioni gravissime al policlinico Santa Maria alle Scotte Alex Zanardi, pilota automobilistico, paraciclista e conduttore televisivo, rimasto coinvolto in un incidente stradale in provincia di Siena. Zanardi è stato trasportato con l’elisoccorso Pegaso ed è atterrato all’ospedale di Siena alle ore 18. E’ stato subito preso in cura dai professionisti del Pronto Soccorso, valutato in shock room e le sue condizioni sono gravissime per il forte trauma cranico riportato ed è al momento sottoposto ad un delicato intervento di neurochirurgia”.Il bollettino clinico, emesso poco prima delle 20, fa il punto sulle condizioni di Zanardi, vittima di un grave incidente con la sua handbike in provincia di Siena.

Sul luogo dell’incidente, avvenuto nel comune di Pienza, è intervenuto l’elisoccorso per trasferire Zanardi in ospedale. Dalle prime ricostruzioni sembra che Alex, durante un tratto che stava percorrendo in discesa in una semicurva verso destra, abbia perso il controllo del mezzo, scivolando nella corsia opposta dove stava sopraggiungendo un camion. Alex, dopo aver picchiato la testa, è finito contro l’autocarro, che non è riuscito ad evitare l’impatto. L’ex pilota di Formula 1 e campione paralimpico è stato successivamente trasportato all’ospedale Le Scotte di Siena Da quanto è filtrato dall’ospedale, da subito a preoccupare i medici che lo stanno assistendo sono stati il trauma cranico e le ferite molto gravi alla testa.

“Dall’incidente ai soccorsi sono passati venti minuti, ma c’è voluto molto per metterlo su, lo assisteva la moglie. Ma dopo l’incidente parlava. Sull’ambulanza non lo so”. A Radio Capital Mario Valentini, commissario tecnico della nazionale di Paraciclismo, racconta così l’incidente ad Alex Zanardi. “C’è un rettilineo lungo, in discesa, al 4%, dicono che si sia imbarcato e abbia preso un autotreno sul montante davanti. L’autotreno si è spostato di un metro ma l’ha preso uguale. Non c’ero, ero staccato. Era una giornata di sole, tutti contenti, eravamo a 20 km da Montalcino. Non ha sbagliato l’autotreno, ha sbagliato Alex, ha imbarcato. Sulla salita gli ho fatto vedere l’aranciata, mi ha urlato dammene un po!. Si scherzava, e in discesa andava piano, non era una grande discesa, e poi c’era il rettilineo, all’imbocco della curva ha cambiato traiettoria. E ha fatto una manovra azzardata. Ha preso con la leva della pedivella sinistra il montante dove salgono gli autisti, ha girato due-tre volte, il casco non ha retto, gli è saltato. C’è voluto per far arrivare l’elicottero, siamo in mezzo a un bosco e hanno dovuto spostarlo”. Secondo Valentini “ciclisticamente è finito, l’incidente è in testa, ma lui ha sette spiriti come i gatti”. (Da Gazzetta.it)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy