Rugby, il padovano Ghiraldini lascia la nazionale: “È il momento che altri indossino quella maglia”

di Redazione PadovaSport.TV

Franco Smith. c.t. azzurro, oggi diramerà la lista dei convocati per il Sei Nazioni al via sabato 6 febbraio. Leo Ghiraldini, in Nazionale dal 2006, in novembre e dicembre in campo in tutte e tre le partite di Autumn Cup, non ci sarà. Lascia la carriera internazionale, 36 anni, il tallonatore più presente di tutti i tempi in maglia azzurra, con 107 caps. Il padovano ha partecipato a quattro Mondiali, è stato 17 volte capitano dell’Italia e ha indossato la maglia dei Barbarians, militando anche in due dei club più prestigiosi d’Europa, Leicester Tigers e Stade Toulousain, dopo lo scudetto vinto con il Calvisano e una serie di stagioni ad altissimo livello con il Benetton.

“Ho sempre dato tutto me stesso per l’ azzurro, dentro e fuori dal campo, consapevole che non fosse un diritto – ha detto Ghiraldini -. Ogni convocazione con la Nazionale l’ho considerata un’occasione unica e speciale. Porterò sempre la maglia azzurra dentro di me ma è il momento che altri la indossino sul campo. E’ stato un viaggio meraviglioso e le emozioni vissute le porterò con me per tutta la vita”. “Per etica del lavoro, professionalità, capacità di ispirare i compagni con l’esempio, Ghiraldini rappresenta uno dei più grandi rugbisti italiani di ogni tempo”, ha dichiarato il Presidente della Fir, Alfredo Gavazzi”. Sui suoi possibili eredi, dice alla Gazzetta: “Ci sono giovani di qualità: Lucchesi, per esempio, che ho conosciuto nei mesi scorsi. Ne approfitto per ringraziare Bigi per le belle parole spese per me: gli chiederò di farmi da agente…”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy