Serie B, Virtus Basket Padova sempre in vetta con il successo su Cremona

Serie B, Virtus Basket Padova sempre in vetta con il successo su Cremona

di Gianmarco Zandonà

Antenore Energia Padova – Ferraroni Cremona    69-58

Antenore Energia Padova: Piazza 7 (1/4, 1/4, 2/2), De Nicolao 6 (3/3, 0/3, 0/0), Schiavon 5 (1/1, 1/3, 0/0), Ferrari 14 (5/8, 0/0, 4/4), Bianconi 18 (3/6, 2/7, 6/8), Pellicano 2 (1/1, 0/1, 0/0), Dagnello 9 (1/3, 2/8, 1/3), Calò 4 (1/1, 0/0, 2/4), Morgillo 4 (1/4, 0/2, 2/2),  Visone, Mazzonetto e Baccaglini n.e. – All. Rubini – Ass. De Nicolao e Primon.

Tiri da 2: 17/31 (55%) – Tiri da 3: 6/28 (21%) – Tiri liberi: 17/23 (74%) – Rimbalzi: 43 (10+33 – Ferrari 15) – Assist: 15 (Piazza e De Nicolao 4)

Juvi Ferraroni Cremona: Belloni 6 (0/1, 2/4, 0/2), Bona 12 (3/9, 2/7, 0/0), Veronesi 9 (2/4, 1/9, 2/2), Ndiaye 8 (4/7, 0/1, 0/0), Lazzeri 3 (1/1, 0/0, 1/2), Vacchelli 0 (0/0, 0/1, 0/0), Manini 9 (2/5, 1/6, 2/3), Esposito 0 (0/0, 0/3, 0/0), Petrosino 0 (0/2, 0/0, 0/0), Valenti 11 (2/4, 1/1, 4/6), Milovanovikj 0 (0/0, 0/0, 0/0), Boccasavia 0 (0/0, 0/0, 0/0) – All. Brotto – Ass. Panena e Testi.

Tiri da 2: 14/33 (42%) – Tiri da 3: 7/32 (22%) – Tiri liberi: 9/15 (60%) – Rimbalzi: 39 (11+28 – Valenti 10) – Assist: 9 (Bona 3)

Parziali: 23-13, 14-23 (37-36), 12-11 (49-47), 20-11 (69-58)

RUBANO Un successo sofferto ma importantissimo per tenersi la vetta della classifica e presentarsi a San Vendemiano sabato sera a pari punti per il super big match. L’Antenore Energia Virtus Padova nel catino di Rubano riesce ad avere la meglio 69-58 in una gara molto tattica e poco spettacolare contro una Juvi Cremona mai doma, che è stata in grado di mettere in grande difficoltà i ragazzi di coach Rubini.

Dopo un avvio sfavillante che ha visto Padova chiudere avanti di 10 (23-13) il primo quarto ed imporre un gioco arioso e qualitativo infatti la Juvi di coach Brotto è riuscita ad ingrovigliare i meccanismi Virtus e ha riportare in equilibrio il match, trovando anche un vantaggio di +3 nell’ultimo periodo.

Cremona infatti nel secondo periodo si impone con un sorprendente 14-23 di parziale e trova il sorpasso guidata dalle triple di Bona e Belloni. Solo un canestro negli ultimi secondi di Pellicano permette a Virtus di avere il naso avanti all’intervallo lungo, ma la gara ormai è indirizzata nei binari del più totale equilibrio. Nel terzo quarto le triple di Piazza e Dagnello sembrano dare nuova linfa ai padroni di casa ma di nuovo la Juvi è brava ad incartare la manovra dei neroverdi e si arriva all’ultimo decisivo round con l’Antenore Energia sopra di due.

E il vantaggio dura poco: Cremona in avvio di quarto periodo infila il secondo sorpasso e tocca anche il +3 (50-53) che gela Rubano. Virtus è però brava a rimanere lucida e a capire che è serata di luna storta, con percentuali al tiro che si fanno sempre più aride e con Cremona che inizia ad assaporare il colpaccio esterno. A spaccare in due la partita ci pensa però Andrea Dagnello che si prende la tripla del +4  facendo esplodere Rubano. Qui Virtus capisce che l’unico modo di venirne fuori è mettersi in trincea in difesa e alzare la pressione dietro. La mossa ripaga: la Juvi , troppo presto in bonus, non vede più il canestro e concede giri in lunetta che Padova realizza con freddezza. Bianconi è determinante ai liberi firmando il +8 e il +10 che permettono a Virtus di respingere gli assalti avversari e, gestendo il finale, di mettersi in tasca i due punti.

Top scorer dell’Antenore Energia è Corrado Bianconi con 18 punti (più 9 rimbalzi), determinante però anche Michele Ferrari che va in doppia doppia collezionando 14 punti e portando a casa anche ben 15 rimbalzi, di cui 5 offensivi.  In classifica con 18 punti Virtus si tiene il primo posto in classifica rispondendo alla vittoria di San Vendemiano e approfittando del passo falso di Bernareggio a Vigevano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy