Italian Coffee Petrarca, tre giocatori brasiliani sono tornati a casa. Morlino: “Sarà un rebus capire come finirà”

Italian Coffee Petrarca, tre giocatori brasiliani sono tornati a casa. Morlino: “Sarà un rebus capire come finirà”

di Redazione PadovaSport.TV

Anche la Serie A di calcio a cinque  ha bloccato la sua attività, a 7 giornate dalla conclusione del campionato. L’Italian Coffee Petrarca ha sospeso gli allenamenti ormai da 10 giorni e molti protagonisti della squadra hanno già lasciato la città, per farvi ritorno ovviamente se e quando la situazione dovesse cambiare. Il Mister Giampaolo è rientrato a Roma, dove è in quarantena da più di una settimana, in quanto la normativa regionale prevede restrizioni per chi arriva dal Veneto. Sono rientrati anche Alba (in Spagna), Vitale (in Sicilia, a Regalbuto), Moretti (Ancona) e Beretta (Bergamo). Negli ultimi giorni sono partiti i brasiliani Pedotti, Sardella e Schacker, che sono riusciti a fare ritorno a casa per il rotto della cuffia, in quanto si dovrebbe riuscire a volare verso il Brasile sino a martedì e solamente partendo da Roma.
Al momento sono rimasti sin qui in città il capitano Dudu Costa, Cividini, Delpizzo e Urio. Nel frattempo il presidente Morlino ha partecipato ad una riunione con tutti i presidenti della squadre di Serie A. “E’ emersa la volontà di proseguire, ma solamente se ci fosse la possibilità di riprendere l’attività entro aprile, cosa che ritengo estremamente improbabile – ha affermato Morlino – Tant’è che i giocatori stranieri di quasi tutte le squadre sono tornati a casa. Mi pare di avere capito che solo un paio di presidenti siano dell’avviso di proseguire gli allenamenti”. Cosa potrebbe accadere quindi al Campionato di Serie A? “E’ sicuramente un bel rebus – prosegue Morlino – Sarà la Federazione a decidere, anche se poi  la Divisione Calcio a 5 potrà metterci del suo. Dal mio punto di vista la stagione penso si possa considerare conclusa”. E per il Petrarca questo cosa potrebbe significare? “Eravamo quintultimi quando abbiamo smesso di giocare, occupavamo la sestultima posizione al termine del girone di andata. In caso di sospensione definitiva credo che ci siano tutti i presupposti per mantenere la categoria, anche se ovviamente in questo momento è l’ultimo dei nostri pensieri”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy