Kioene Padova combattiva, Trento soffre per vincere: finisce 2-3

Kioene Padova combattiva, Trento soffre per vincere: finisce 2-3

di Redazione PadovaSport.TV

Kioene Padova – Itas Trentino 2-3
(25-20; 20-25; 18-25; 30-28; 18-20)

Kioene Padova: Polo 12, Volpato 12, Travica 4, Ishikawa 19, Randazzo 6, Hernandez 31, Danani (L); Cottarelli, Casaro 1, Barnes 4. Non entrati: Fusaro, Canella, Bottolo, Bassanello (L). Coach: Valerio Baldovin.
Itas Trentino: Russell 17, Vettori 17, Giannelli 3, Candellaro 5, Lisinac 16, Kovacevic 20, Grebennikov (L); Michieletto, Djuric, Codarin, Sosa Sierra, Cebulj 5. Non entrati: Daldello, De Angelis (L). Coach: Angelo Lorenzetti.
Arbitri: Rapisarda-Santi.
Durata: 25’, 27’, 27’, 36’, 26’. Tot. 2h 21’
Spettatori: 3.366
Incasso:  38.487 Euro
MVP: Jenia Grebennikov (Itas Trentino)
NOTE. Servizio: Padova errori 24, ace 6; Trento errori 10, ace 6. Muro: Padova 10, Trento 10. Ricezione: Padova 48% (17% prf), Trento 48% (19% prf). Attacco: Padova 53%, Trento 53%.
Vittoria sudata per l’Itas Trento che – in 2 ore e 21 minuti di gara – riscatta la sconfitta subita all’andata con la Kioene Padova. Una sfida che ha visto perfetta parità nelle percentuali di attacco (53%) e difesa (48%), a dimostrazione del grande equilibrio visto in campo. Un super Hernandez (31 punti e 58% in attacco) non è bastato alla Kioene per chiudere un match che ha visto brillare Grebennikov in difesa, ricevendo il titolo di MVP del match.
LA CRONACA. Avvio intenso di gara, con Trento a chiedere il primo time out discrezionale del match sul 7-5 con Ishikawa insidioso al servizio. Gli ospiti devono rincorrere e sulla lunghissima azione del 21-18 chiusa dallo schiacciatore giapponese, l’Itas chiede nuovamente pausa. Michieletto entra in campo ma Padova è galvanizzata e trova il set ball col 24-19 di Randazzo che poi mura Vettori per il 25-20. Trento reagisce bene nel secondo parziale con Lisinac a trovare due ace costringendo coach Baldovin a chiedere pausa sul 2-6. Padova prova a recuperare, ma l’Itas gestisce bene il vantaggio con Russell grazie a una maggiore efficienza in attacco (10-15). A chiudere è il mani out di Kovacevic che pareggia i conti (20-25). Il terzo set inizia con Trento avanti grazie al solito Russell e a un Kovacevic in netta crescita (7-12). Lo schiacciatore serbo è ispirato e l’Itas controlla. Nonostante l’ace del neo entrato Casaro (17-21), i trentini non si fanno prendere dal panico e chiudono agilmente 18-25 con il primo tempo di Lisinac. In apertura di quarto parziale Padova prova a reagire con Hernandez (7-5) ma qualche errore di troppo in attacco rimanda avanti gli ospiti (13-14). E’ un testa a testa con Trento a chiedere pausa dopo l’ace di Ishikawa che vale il 23-22. E’ un testa a testa entusiasmante e l’ace del 30-28 di Ishikawa manda la sfida al tie break.
Il quinto e ultimo parziale è assai equilibrato e al cambio campo si va con l’ace del 7-8 firmato da Cebulj. Trento pecca in fase di ricostruzione e coach Lorenzetti si rifugia in time out sull’11-9. Al servizio Giannelli recupera il gap trovando l’ace del 12-13. Si va ai vantaggi e a mettere il sigillo al match è il muro di Giannelli per il 18-20.
I PROSSIMI APPUNTAMENTI. Domenica 16 febbraio la Kioene Padova sarà impegnata per la sfida in trasferta con la Top Volley Cisterna alle ore 18.00, mentre alle 19.30 di venerdì 21 febbraio i bianconeri recupereranno la sfida con Vibo Valentia non disputata lo scorso 16 gennaio. Il prossimo appuntamento alla Kioene Arena è fissato invece per le ore 18.00 di domenica 1 marzo, quando sarà ospite la Gas Sales Piacenza. Le prevendite per questa sfida apriranno la prossima settimana nella sezione Biglietteria-Biglietti del sito www.pallavolopadova.com

Valerio Baldovin (coach Kioene Padova): “Abbiamo giocato una buona partita a lunghi tratti, ma nel 2° e 3° set Trento ha sbagliato pochissimo sfoderando una grandissima prestazione. Alla luce di tutto ciò, il punto raccolto è importante in vista delle prossime sfide che ci attendono, a partire dalla trasferta di Latina che sarà molto delicata”
Simone Giannelli (Itas Trentino): “Volevamo concentrarci sul nostro gioco prima ancora che sul risultato. Sapevamo che sarebbe stata una sfida difficile e Padova ha dimostrato di essere una grande squadra anche stasera. Per noi è una vittoria importante, che dimostra che questa Trento non molla mai”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy