Kioene Padova, contro Perugia è Leon a fare la differenza. Baldovin: “Ci è mancata precisione nei momenti importanti”

di Redazione PadovaSport.TV

I veneti riaprono il match nel secondo set, ma l’opposto cubano fa la differenza
Leon detta legge, Kioene cede 1-3
Baldovin: “in alcune situazioni abbiamo peccato di precisione, soprattutto nei momenti importanti

 Kioene Padova – Sir Safety Conad Perugia 1-3
(17-25, 25-19, 21-25, 18-25)

Kioene Padova: Polo 3, Volpato 10, Travica 2, Ishikawa 15, Hernandez 18, Barnes 9, Colaci (L); Goattardo, Casaro, Cottarelli. Non entrati. Fusaro, Canella, Randazzo, Bassanello (L). Coach: Valerio Baldovin.
Sir Safety Conad Perugia: Leon 23, Lanza 14, Russo 6, Atanasijevic 15, De Cecco, Podrascanin 10, Colaci (L); Taht 1, Zhukouski 1, Plotnytskyi 1. Non entrati: Hoogendoorn, Biglino, Piccinelli (L). Coach: Vital Heynen.
Arbitri: Goitre-Simbari.
Durata:
24’, 30’, 29’, 29’. Tot. 1h 52’
Spettatori: 2.329
Incasso: 17.297, 95
MVP: Leon Venero Wilfredo (Sir Safety Conad Perugia)
NOTE. Servizio: Padova errori 15, ace 3; Perugia errori 18, ace 8. Muro: Padova 4, Perugia 9. Ricezione: Padova 38% (27% prf), Perugia 35% (23% prf). Attacco: Padova 52%, Perugia 53%.

Vittoria di carattere per Perugia, che sul difficile campo della Kioene Arena ottiene tre punti importanti per la classifica. La Kioene ha sfruttato al meglio la flessione degli umbri nel secondo set, ma nonostante la costanza di Volpato e la crescita di Ishikawa, uno stratosferico Leon ha impedito che la reazione dei veneti potesse portare il match al tie break. La qualità degli umbri è stata determinante nei momenti decisivi.
Nel primo set l’equilibrio dura poco, perché Atanasijevic forza al servizio costringendo Padova al time out sul 6-9. Le evidenti difficoltà in ricezione dei bianconeri consentono a Russo di murare Ishikawa (7-11). La Kioene rincorre ma Perugia gestisce senza problemi e a chiudere la prima frazione è il pallonetto vincente di Leon (17-25). Ottima la reazione patavina nel secondo set. Approfittando di qualche imprecisione di troppo degli umbri, Ishikawa allunga con l’ace dell’11-5. Da quel momento la Sir non riesce più a recuperare. Hernandez picchia duro e il servizio di Lanza sulla rete regala il primo set ball a Padova che agevolmente chiude 25-19. Nel terzo parziale sale l’agonismo e il nervosismo. Sul 15-18 Travica e Atanasijevic rimediano un cartellino rosso con battibecco tra il pubblico e l’opposto di Perugia. L’equilibrio prosegue fino al 21-22 del palleggiatore patavino, ma sul finale le zampate di Leon regalano il 22-25. E’ l’opposto cubano a fare la differenza anche nel quarto e ultimo set, quando il suo doppio ace sul 12-18 taglia le gambe ai patavini. Padova tenta di recuperare, ma il servizio sulla rete di Hernandez e l’ace del neo entrato Zhukouski chiudono il match 18-25.
DOMENICA DERBY CON VERONA. Domenica 17 novembre la Kioene Arena ospiterà il derby veneto con la Calzedonia Verona (ore 18.00). Le prevendite per questo match sono già aperte sul sito www.pallavolopadova.com. Acquistare il biglietto in prevendita (fino a 5 ore prima della gara) permetterà di avere accesso diretto all’interno della Kioene Arena senza fare coda alle casse.

Valerio Baldovin (coach Kioene Padova): “La loro qualità ha fatto la differenza, ma dispiace perché in alcune situazioni abbiamo peccato di precisione, soprattutto nei momenti importanti. Ovviamente i loro battitori ci hanno messo in difficoltà ma a tratti abbiamo giocato una buona pallavolo. Ora dovremo limare certe imperfezioni in vista della sfida con Verona che sarà altrettanto complicata”
Massimo Colaci (Sir Safety Conad Perugia): “Dovevamo vincere questa partita per la classifica ancora prima che per il morale. Sono tre punti importanti ottenuti su un campo sempre molto difficile da affrontare. Questo dovrà darci l’opportunità di avere continuità nei risultati anche per le prossime sfide, a partire da quella con Vibo Valentia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy