La Kioene Padova capitola al quinto set, vince Monza. Le retrocessioni saranno bloccate

di Redazione PadovaSport.TV

La notizia del giorno non è la sconfitta al tie-break della Kioene Padova a Monza – dopo una gara orgogliosa e concentrata – ma quella, ben più importante è rilevante, dell’approvazione della riforma dei campionati e dei playoff e del blocco delle retrocessioni della Superlega. Nell’anno di maggiore contrazione del budget del club guidato da Fabio Cremonese e soci, si tratta indubbiamente di un grande assist della buona sorte, considerando che la squadra non avrebbe avuto vita facile per ottenere la salvezza. Sul campo adesso ogni sconfitta assume una valenza diversa, come quella di ieri arrivata dopo un’estenuante battaglia in cui a tratti si è avuta la sensazione che Padova potesse spuntarla. Nella lunga maratona di oltre due ore, in cui i bianconeri si erano portati avanti per 2-1, decisivo in negativo il quarto set. Un ritrovato Stern e le buone prove di Vitelli e Bottolo non sono bastate a contrastare l’ottima serata di Dzavoronok, Lanza e l’mvp Beretta: «Quello che dobbiamo cercare d’imparare – spiega coach Jacopo Cuttini -. è di non subire le frustrazioni. Nel quarto set, quando Monza ha preso il largo, ho fatto fiatare un po’ di ragazzi che avevano speso molte energie nei primi tre set. Al tie break siamo rientrati in campo e abbiamo lottato come sappiamo fare. Ci è mancata un po’ di qualità rispetto a loro, ma sapevamo che Monza ha un roster di grandissimo valore. Ora sappiamo che ci sarà un post regular season per quasi tutte le squadre e arriveranno le gare importanti. Dobbiamo lavorare in questa prospettiva: tenere l’ultimo posto il più distante possibile e lavorare tanto per migliorarci». Sabato si torna alla Kioene Arena per affrontare la Lube Civitanova.

Dal Corriere Veneto
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy