SuperLega

Pallavolo, Kioene sconfitta al tie break a Vibo Valentia

Pallavolo, Kioene sconfitta al tie break a Vibo Valentia - immagine 1

La squadra di Cuttini esce sconfitta dal match in Calabria

Redazione PadovaSport.TV

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Kioene Padova 3-2

(25-22, 25-20, 19-25, 24-26, 15-10)

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Gargiulo, Borges 18, Saitta 1, Candellaro 12, Basic 12, Rizzo (L), Resende Flavio 17, Nicotra 2, Bisi 8, Partenio. Non entrati: Iurlaro, Condorelli (L). Coach: Valerio Baldovin.

Kioene Padova: Loeppky 19, Vitelli 8, Canella 5, Bottolo 18, Zimmermann 2, Weber 14, Gottardo (L), Zoppellari, Petrov 1, Schiro 1, Bassanello (L). Non entrati: Volpato, Crosato, Guzzo. Coach: Jacopo Cuttini.

Arbitri: Boris – Cesare.

Durata: 31’, 25’, 30’, 42’, 16. Tot. 2h24’.

MVP: Mauricio Borges (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)

NOTE. Servizio: Vibo errori 22, ace 7; Padova errori 26, ace 9. Muro: Vibo 15, Padova 8. Ricezione: Vibo 44% (17% prf), Padova 45% (22% prf). Attacco: Vibo 40%, Padova 40%.

 

I bianconeri cedono al tie break contro una Tonno Callipo in grande spolvero. Sotto due set a zero la Kioene rimette in parità un match che sembrava compromesso, ma l’esperienza di Vibo nega la vittoria ai patavini che comunque incassano un buon punto in ottica salvezza.

LA CRONACA. Il primo set procede a fiammate: all’inizio convincente di Padova risponde una Vibo compatta e molto concentrata. Sul 20-20 il muro subito da Bottolo e l’ace di Candellaro costringono coach Cuttini al time out. Dopo la pausa i padroni di casa mandano al servizio il giovane Nicotra che ripaga la fiducia con l’ace che vale il 25-22.

Padova nel secondo parziale parte come all’inizio del primo e sale 1-4, ma la squadra di Baldovin aumenta la pressione e continua a mettere in difficoltà una Kioene che soffre in particolare in ricezione. Vibo guadagna un buon margine, i bianconeri faticano a ritrovare continuità in attacco e il servizio vincente di Candellaro regala alla Tonno Callipo il primo punto della serata.

L’avvio del terzo set è sotto il segno dell’equilibrio e viziato da un guasto all’impianto di illuminazione del PalaMaiata che diminuisce, ma non impedisce, la visibilità in campo. La Kioene migliora le percentuali al servizio e arriva all’11-15, ma Vibo reagisce e a suon di muri agguanta la parità sul 16-16. Cuttini interrompe il gioco e scuote i suoi che ritrovano incisività e allungano 23-17. L’ace di Nicotra accorcia, ma Bottolo chiude per il 19-25.

Nella quarta ripresa la Kioene conduce sin dalle prime battute e allunga 10-13. Poi un’altra interruzione causata da problemi all’impianto di illuminazione costringe le squadre a fermarsi per quasi 20’. Al ritorno in campo la squadra di Cuttini conserva i 3 punti di vantaggio fino al 19-22, Vibo torna a -1 dopo un errore di Canella e impatta sul 24-24 grazie a Borges. L’imbeccata di Zimmermann per Loeppky, però, dà il pareggio alla Kioene: 24-26.

Il tie break si apre con un tentativo di fuga della Tonno Callipo dopo la schiacciata out di Bottolo (4-2), ma i bianconeri risalgono fino al 4-5 con il servizio vincente di Vitelli. Si gira sull’8-7 e Candellaro mura lo stesso Vitelli per il +2 Vibo. L’ace di Borges vale il 12-8, Loeppky cerca di ricucire lo strappo, ma Flavio chiude per il definitivo 15-10.

CONTRO MODENA L’ULTIMA DI ANDATA. La Kioene tornerà in campo alla Kioene Arena sabato 18 dicembre alle 18 (diretta su RaiSport ch.58 e VolleyballWorld) contro la Leo Shoes Modena. I tagliandi per assistere alla sfida sono disponibili e acquistabili esclusivamente online fino a 30’ dopo l’inizio della partita, le biglietterie all’esterno dell’impianto padovano rimarranno chiuse in giorno del match. Per ulteriori informazioni visitare la pagina dedicata http://pallavolopadova.com/biglietti/.

Jacopo Cuttini (Coach Kioene Padova): “Vibo ha fatto la partita importante che doveva fare, siamo stati bravi a rimontare dal 2-0 e il quarto set vinto ai vantaggi ha dimostrato ancora una volta il carattere di questa squadra. E’ chiaro che essendo una squadra giovane dobbiamo ancora migliorare su certi aspetti e sappiamo che non possiamo avere la continuità e l’esperienza di certi campioni. Portiamo comunque a casa un punto prezioso per quello che è il nostro obiettivo della stagione: la salvezza”.

Jan Zimmermann (Kioene Padova): “In questo momento sono un po’ deluso perché abbiamo avuto delle possibilità che non abbiamo saputo sfruttare. Loro hanno fatto una buona partita soprattutto nei primi due set e l’esperienza di un giocatore come Borges si è fatta sentire nei momenti decisivi. Da parte nostra penso che sia stato importante non mollare dopo il 2-0, il fatto di essere riusciti a rimettere in piedi una partita che sembrava chiusa è di sicuro una nota positiva”.