Pallanuoto femminile, il Plebiscito Padova è incontenibile: 21 a 5 sulla neopromossa Ancona

Pallanuoto femminile, il Plebiscito Padova è incontenibile: 21 a 5 sulla neopromossa Ancona

di Gianmarco Zandonà

La stagione è partita alla grande per le ragazze del Plebiscito Padova. Contro la neopromossa Vela Nuoto Ancona arriva una vittoria straripante per 21 a 5, che conferma le patavine al primo posto a punteggio pieno insieme alle catanesi dell’Ekipe Orizzonte e alla Sis Roma.

PLEBISCITO PADOVA-VELA ANCONA 21-5 (4-1, 4-0, 6-1, 7-3)

Plebiscito Padova: Teani, M. Savioli 3, I. Savioli 1, Gottardo 2, Queirolo 2, Casson, A. Millo 3, Dario 1, A. Cocchiere 3, Ranalli 4, Meggiato, Centanni 2, Giacon. All. S. Posterivo

Vela Ancona: Uccella, Strappato, E. Ivanova 3, Santini, Ferretti, Fiore, Vecchiarelli, Stankovianska, S. Santini 1, De Matteis, Altamura, Quattrini 1, Andreoni. All. M. Pace

Arbitri: Frauenfelder e Colombo

Note: uscite per limite di falli I. Savioli (P) nel terzo tempo e Casson (P) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Plebiscito 2/4 + 5 rigori e Ancona 1/11. Centanni (P) fallisce un rigore nel primo tempo (palo).

Ecco il commento del capitano-portiere Laura Teani: “La partita è andata molto bene, sono comunque match difficili, perché se non entri in acqua con la giusta mentalità poi rischi di fare brutte figure. Siamo partite cariche, non abbiamo mai messo in discussione la vittoria, abbiamo dimostrato il nostro valore e ci siamo divertite. Ovviamente, quando le cose vanno bene, tutto è più facile e più divertente. Il periodo, fino a metà novembre, è davvero impegnativo e sarà una full immersion che non vediamo l’ora di affrontare: mercoledì, nel turno infrasettimanale, giochiamo fuori casa con Verona, poi partiamo per l’EuroLega a Berlino, che come sempre è una delle cose più stimolanti. Il livello è alto, dovremo giocarcela soprattutto con le spagnole e le ungheresi per poter passare come prime del girone, che è molto importante. Non mettiamo in discussione il passaggio, ma la prima posizione del girone è davvero fondamentale. Quando poi torniamo dalla qualificazione europea abbiamo Roma prima e Catania poi, quindi non ci possiamo permettere cali di concentrazione”.

Dello stesso pensiero il tecnico Stefano Posterivo: “Queste sono partite dove si ha tutto da perdere, da affrontare con la giusta attenzione. Giustifico, in parte, tanti errori fatti sotto porta, compreso qualche rigore, però devo dire che l’attenzione c’è stata quindi a prescindere dal risultato netto sono molto soddisfatto. Ora ci aspetta un bel ciclo impegnativo, dobbiamo essere sempre concentrati, attenti e determinati, perché questa squadra, quando gioca con queste qualità esprime anche una buona pallanuoto, la pallanuoto che mi piace e che abbiamo sempre giocato, e che stiamo ulteriormente migliorando”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy