Belluno maestro di fair-play, l’attaccante Madiotto fa togliere un rigore alla propria squadra (che poi perde)

Belluno maestro di fair-play, l’attaccante Madiotto fa togliere un rigore alla propria squadra (che poi perde)

di Redazione PadovaSport.TV

In serie D ieri l’Union Clodiense ha battuto il Belluno 1-0, ma a far notizia è l’episodio che vede coinvolto al 13′ del secondo tempo, sul risultato di 0-0, l’attaccante gialloblu Madiotto. Il quale ha di fatto cambiato una decisione arbitrale che stava portando un rigore alla sua formazione. Eppure Madiotto ha deciso di non approfittarne, con un gesto da tutti sottolineato come di grande valore: la sua ammissione ha fatto tornare il signor Leone di Barletta sui suoi passi dopo una breve conversazione avvenuta con lo stesso numero 11 gialloblu. Tutto nasce da un pallone conteso tra Cuomo, difensore granata, e Madiotto. Dentro l’area della Clodiense. L’arbitro indica il dischetto: ha visto un fallo di mano, è convinto sia stato un difensore e assegna un rigore. Immediato e perentorio lo scatto di almeno due giocatori granata verso l’assistente per chiedere spiegazioni, fino a scoprire che è stato visto un tocco di mano. L’onesta risposta di Madiotto inverte la decisione arbitrale: niente rigore. E alla fine arriva il gol decisivo di Cuomo che consegna la vittoria all’Union Clodiense. Ma il Belluno, stavolta, esce davvero a testa altissima.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy