Campodarsego, Nicola Calcagnotto è un nuovo difensore biancorosso

Campodarsego, Nicola Calcagnotto è un nuovo difensore biancorosso

di Gianmarco Zandonà

Ormai non è più novità, la società padovana è tra le più partecipi in questa sessione estiva di calciomercato. L’ultimo innesto è il centrale Nicola Calcagnotto, un giocatore giovane ma di esperienza per mister Andreucci. Questo è il comunicato ufficiale:

“Il Campodarsego Calcio comunica con soddisfazione di aver aggiunto una nuova pedina per la difesa della prossima stagione 2019/2020. Nelle ultime ore, infatti, è stato raggiunto l’accordo per l’approdo in maglia biancorossa del difensore centrale Nicola Calcagnotto, che da oggi è da considerarsi un nuovo giocatore del Campodarsego.
LA SCHEDA. Un profilo con alle spalle una carriera importante, nonostante la ancora giovane età. Nato a Castelfranco il 25 aprile 1993, Calcagnotto cresce nel vivaio del Treviso e debutta tra i “grandi” con il Real Vicenza nella stagione 2012/2013, collezionando 18 presenze in serie D. Passa al Belluno, prima di tornare alla corte vicentina vivendo la stagione in serie C della squadra biancorossa. Dopo altre due stagioni a Belluno, veste anche le maglie di Trento, Calvi Noale e Adriese. ”

LA PRESENTAZIONE. “Un giocatore che credo non stia ancora trovando le soddisfazioni che merita, da un anno e mezzo a questa parte”, spiega il direttore sportivo del Campodarsego, Andrea Maniero. “Un giocatore che mister Andreucci ha già avuto facendo grandi cose. Rimane uno dei difensori più quotati della categoria, un giocatore giovane e che l’allenatore ha voluto fortemente. Pensiamo di poterlo riportare ai livelli che merita, noi in questo momento cerchiamo proprio ragazzi che abbiano fame e voglia di riscatto”. Così il tecnico biancorosso: “Un ragazzo che ho già avuto al Real Vicenza”, spiega mister Andreucci, “conosco la sua serietà e il suo modo di interpretare il calcio. Qui a Campodarsego sono sicuro che possa ritrovare la sua condizione migliore. Per caratteristiche, è un difensore roccioso e molto attento. Quello che mi piace di lui, è il modo estremamente positivo con cui lavora tutta la settimana, credo che in particolare nella sua esperienza a Belluno abbia dimostrato il suo valore. Un infortunio ha rallentato un po’ la sua carriera, ma sono convinto che qui a Campodarsego possa ritrovare lo spirito e la voglia di far bene”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy