Dietrofront CRV: porte aperte in tutti i campi nel weekend

di Lorenzo Aluigi

A dispetto di quanto pubblicato poco fa, diffondiamo il comunicato del Comitato Regionale Veneto in merito all’apertura di tutti gli stadi per le gare di fine settimana:

«E’ consentita la presenza del pubblico durante le competizioni e gli eventi sportivi, anche di allenamento, all’interno di impianti sia all’aperto che al chiuso, che garantiscano il contingentamento, il controllo degli ingressi e la permanenza presso la postazione seduta assegnata, nei limiti quantitativi e nel rispetto delle prescrizioni vigenti in Veneto per i cinema e gli spettacoli dal vivo, tra le quali distanziamento interpersonale, sia frontalmente che lateralmente, di almeno 1 metro e, per gli impianti al chiuso, obbligo di utilizzare la mascherina di protezione delle vie respiratorie. In ogni caso, sia per gli impianti all’aperto, sia per gli impianti al chiuso, tutti gli spettatori devono indossare la mascherina dall’ingresso fino al raggiungimento del posto (per i bambini valgono le norme generali) e comunque ogni qualvolta ci si allontani dallo stesso, incluso il momento del deflusso. E’ vietata la presenza di pubblico negli spazi in cui non sia prevista la collocazione su sedute e si possano determinare assembramenti»

Porte aperte quindi, per la soddisfazione di tutti gli interessati, società e tifosi. Fondamentale però dovrà essere il ligio rispetto delle normative anti Covid, come spiegato nel comunicato sopra riportato: mascherina, metro di distanza, nessun assembramento, posti numerati e misurazione temperatura.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy