Eccellenza: idea di accorpare le società di Trentino Alto Adige e Friuli a quelle del Veneto. L’obiettivo è avere due gironi da dieci squadre

di Lorenzo Aluigi

Mentre il Comitato Regionale Veneto si appresta a presentare calendario e format alla Lega Nazionale Dilettanti, le 16 società che hanno dato il via libera alla ripresa si apprestano a tornare ad allenarsi. Tra gli ambienti del dilettantismo del Triveneto, si fa concreta l’idea di accorpare le Venete a quelle del Trentino Alto Adige e del Friuli, o meglio, le poche che vorrebbero tornare in campo. L’obiettivo sarebbe quello di proporre due gironi da almeno dieci squadre, potendo così garantire due promozioni per la Serie D. Al momento si tratta solo di un’idea, che però potrebbe prendere piede nei prossimi giorni, se non nelle prossime ore. In tal senso si aspettano notizie più concrete da parte di questi due Comitati Regionali, che ovviamente non si sono ancora sbilanciati. Per il momento tra le trentine e le altoatesine hanno dato disponibilità solo in sette, qualora però il numero minimo per ripartire scendesse a otto (attualmente è a dieci) ne mancherebbe solo una per completare il cerchio. Ora si tratta solo di aspettare: una semplice “provocazione” potrebbe tramutarsi in realtà..

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy