Eccellenza, niente spareggi nazionali. E Ruzza dà speranza sulle polizze assicurative

di Redazione PadovaSport.TV

A proposito dell’Eccellenza (ieri abbiamo riportato la voce del presidente del CastelbaldoMasi, Michele Ottoboni, che spinge per ripartire da zero a gennaio con quattro gironi), continua il dibattito su come ripartire. Ieri il presidente del Comitato Regionale Veneto Giuseppe Ruzza ha confermato quelle che erano fin qui indiscrezioni. La prima riguarda l’annullamento degli spareggi nazionali delle seconde classificate di Eccellenza. Il posto da assegnare alla vincitrice della fase nazionale di Coppa Italia e i 7 posti dedicati alle società (seconde classificate) vincitrici gli spareggi nazionali verranno individuati in base ad una graduatoria che valuterà determinati criteri e che sarà resa nota quanto prima. Il Consiglio Direttivo della Lnd ha inoltre ribadito la volontà di far riprendere gli allenamenti a partire dal 4 dicembre. Spazio poi destinato ai recuperi. A febbraio si passerebbe quindi alla ripre- sa delle competizioni dall’Eccellenza in giù.

«Appare evidente che con l’annullamento dell’attività nazionale e la possibilità di proseguire, prevedendo in tal senso una deroga, anche oltre il 30 giugno, si liberano spazi utili per nuovi scenari che saranno concordati con le società con modalità che saranno presto stabilite – dichiara Giuseppe Ruzza, presidente della Lnd regionale – Colgo l’occasione – prosegue Ruzza – per ribadire che il Comitato regionale intende continuare a rispondere alle varie richieste di società che propongono iniziative. Abbiamo riconosciuto, da sempre, il grande sforzo economico messo in atto dalle società affiliate per rispettare i vari protocolli. E siamo intervenuti, per quanto possibile, nel contribuire sostanzialmente a tale impegno. In tal senso con il prossimo comunicato saranno evidenziati, si spera in modo esaustivo, i diversi interventi. Richieste che riguardano nuovi protocolli sanitari, ovviamente esulano dalle competenze del C.R. Veneto, anche se l’argomento è stato oggetto di ampia discussione in sede dell’ultimo Consiglio Direttivo Nazionale. Pare interessante e percorribile la richiesta di alcune società in merito ad un ampliamento delle prestazioni offerte dall’attuale polizza assicurativa per test Covid». Altre novità ufficializzate: l’annullamento della fase na- zionale del campionato Juniores e dei Tornei delle Regioni di calcio a 11 e di calcio a 5.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy