Luparense, missione riscatto contro il Legnago. Cunico: “Dobbiamo far uscire la forza del gruppo”

Luparense, missione riscatto contro il Legnago. Cunico: “Dobbiamo far uscire la forza del gruppo”

di Gianmarco Zandonà
Luparense Cunico

I Lupi hanno frenato un pò la loro marcia e nell’impegno casalingo contro il Legnago cercano il riscatto. Queste le dichiarazioni di mister Cunico in vista della partita:

“Affrontiamo una squadra che sta bene fisicamente e mentalmente, che arriva carica da una vittoria importante contro il Belluno. È una squadra giovane, che non ha niente da perdere. Stanno facendo bene, hanno una buona classifica e quindi verranno qui per giocarsi la partita. Noi abbiamo tutto quello che serve per fare bene e riscattarci, ma probabilmente il Legnago sarà più libero di testa.

Abbiamo lavorato bene in settimana e quindi sono fiducioso, anche se ci sono delle difficoltà oggettive. Diciamo che è proprio in questi momenti che dobbiamo far uscire la forza del gruppo: se ci mancasse qualcuno in diversi reparti sarebbe diverso, ma il fatto che manchino i tre “vecchi” del reparto difensivo è una cosa che metterebbe in difficoltà qualsiasi squadra. Dobbiamo essere bravi e non cercare alibi. Al di là del risultato dobbiamo sempre uscire a testa alta, lo ripeto dall’inizio. Se la squadra, quindi, dà il massimo sotto tutti i punti di vista, sono convinto che qualcosa portiamo a casa. Questo è il mio credo ed è quello che chiedo anche questa domenica ai ragazzi, per l’ennesima volta.

Abbiamo Salviato e Beccaro out, più Giacomazzi squalificato. Nella linea difensiva, quindi, al momento abbiamo qualche problema con i tre difensori centrali fuori. Ci siamo dovuti inventare qualcosa per quanto riguarda l’assetto difensivo, ci abbiamo lavorato ed abbiamo provato qualcosa di diverso. Fortunatamente abbiamo dei giocatori che possono giocare anche in altri ruoli ed abbiamo lavorato su questo. Sono contento da questo punto di vista, perché i ragazzi si stanno applicando e mettono tutti loro stessi anche in questo momento di difficoltà oggettiva. Siamo un gruppo e sicuramente possiamo fare le cose fatte bene”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy