Serie D

Luparense, oggi si recupera contro l’Ambrosiana: imperativo tre punti

Luparense, oggi si recupera contro l’Ambrosiana: imperativo tre punti

La vittoria manca da oltre due mesi. L'occasione arriva oggi con l'Ambrosiana, ospite al Gianni Casee

Redazione PadovaSport.TV

Dopo due tentativi andati a vuoto causa covid, il terzo è decisamente quello buono e finalmente quest’oggi arriva allo Stadio Gianni Casée di San Martino di Lupari l’ Ambrosiana di Mister Sammarco. I ragazzi di Zanini vengono da cinque pareggi consecutivi ed hanno una voglia matta di riprendersi una vittoria che manca da oltre due mesi. Il bottino pieno vorrebbe dire tornare sul podio del Campionato ed acquisire una dose di entusiasmo che potrebbe dare il giusto abbrivio per la parte finale della stagione. I numeri si possono però leggere pure in altra maniera. Dal big match di novembre con l’ Arzignano, i Lupi hanno perso solamente una volta, nella trasferta di Chioggia ed in modo a dir poco rocambolesco. La Luparense è inoltre un vero bunker difensivo, con sole 18 reti subite, meglio della corazzata Arzignano. La scintilla potrebbe riaccendersi nel recupero della diciassettesima giornata, che vede i rossoblù impegnati con la rivoluzionata Ambrosiana. I veronesi, che nella passata stagione si sono salvati con largo anticipo, navigano in questo momento nelle retrovie della classifica, al quindicesimo posto con 15 punti. Gli ospiti hanno iniziato l’ attuale stagione in modo traumatico, perdendo ben 9 delle prime 10 gare. Ma da quel momento la società rossonera ha deciso di dare una sterzata, dapprima cambiando guida tecnica (Sammarco al posto di Pugliese), successivamente rinforzando il roster con innesti di valore come Dal Cortivo e l’ ex di turno Gabriel Leite Borges, trequartista brasiliano classe ’95 con esperienze alla Luparense, Arzignano e Trento. Nei giorni scorsi sono stati poi annunciati altri tre acquisti di rilievo: Javier Boix, attaccante spagnolo ex Este, Yacouba Dabo Gnako, difensore senegalese proveniente dalla terza divisione spagnola e Pedro Ferrari, esterno destro brasiliano proveniente dalla massima serie bulgara. Dunque una formazione assai diversa da quella che avremmo dovuto affrontare inizialmente il 9 gennaio. La classifica non deve quindi ingannare: l’ Ambrosiana, che tra l’ altro in trasferta vanta un rendimento di tutto rispetto (degne di note in particolare le vittorie con Delta e Mestre), sembra aver ultimamente trovato la giusta quadra. Lo testimonia anche la roboante vittoria di domenica scorsa con il San Martino Speme (6-2 il risultato). Ma l’occasione di riprendersi il terzo posto in classifica è troppo ghiotta: una vittoria permetterebbe infatti di scavalcare Adriese e Caldiero, oggi entrambe a riposo. E di guardare con fiducia al prossimo match (nuovamente tra le mura amiche) con lo Spinea, in programma domenica 27 alle ore 14.30.

Le dichiarazioni di Zanini

"La squadra è viva e determinata - dice Zanini - lavora bene ed ha una grande voglia di vittoria, che indubbiamente manca molto. C’è ancora dispiacere per la situazione; nelle ultime cinque partite, almeno un paio potevamo portarle a casa. Dobbiamo toglierci un peso e tirarci fuori prima possibile da questa situazione, con maturità e freddezza. La strada per intraprendere un percorso virtuoso è quella giusta, credo manchi veramente poco per aggiungere alle prestazioni anche risultati più rotondi". Sull'Ambrosiana: "Loro, così come era successo pure l’anno scorso, hanno cambiato parecchio in corsa. Ed è cambiato anche il ruolino di marcia, con una classifica decisamente migliorata. In trasferta giocano bene, ottenendo lontano dalle mure amiche risultati importanti. Mi hanno impressionato anche nell’ultimo match casalingo dominato con il San Martino Speme. Ma siamo consapevoli che dipende da noi e dalla nostra prestazione. La squadra c’è ed è motivata, faremo di tutto per conquistare i 3 punti. Questo valorizzerebbe pure le prestazioni delle ultime cinque partite, consentendoci di conquistare il terzo posto in classifica. La mancanza della vittoria non deve diventare un peso. Abbiamo valori molto importanti e vogliamo dimostrarlo sul campo, partita dopo partita, fino al termine della stagione. Dobbiamo mantenere consapevolezza e serenità, manca veramente poco per riprendere un percorso che ci permetterebbe di riconquistare una posizione che tutto l’ambiente rossoblù si merita".

Le parole di Sammarco

Così ieri alla vigilia il tecnico dei veronesi: "Non abbiamo ancora fatto nulla, ma abbiamo dato un segnale forte dimostrando di essere vivi. Adesso andiamo ad affrontare la Luparense consapevoli di non dover giocare a viso aperto, ma cercando di portare a casa più punti possibili. Cosa che dovremo cercare di fare con qualsiasi squadra. Se abbiamo 15 punti significa che qualche problema c’è stato, dovremo ancora migliorare qualcosa, ma la risposta che la squadra ha dato ci permette di essere ottimisti, anche se oggi ci aspetta una corazzata». Per quanto riguarda l’undici da schierare, è probabile che Sammarco cambi qualcosa, anche in base alle condizioni di alcuni giocatori e i tempi di recupero ristretti. Rientrerà dalla squalifica Righetti, così come dovrebbe a disposizione anche Bernasconi.

La situazione nel girone C

Unico recupero odierno del Girone C quello tra Luparense e Ambrosiana. La sfida era stata rinviata causa covid.

La classifica: ArzignanoChiampo punti 50, Union Clodiense 46, Caldiero Terme 37, Adriese 36, Luparense 35, Campodarsego 34, Dolomiti Bellunesi 32, Cjarlins Muzane 30, Cartigliano 30, Mestre 28, Levico Terme 26, Este 25, Delta Porto Tolle 24, Montebelluna 24, Ambrosiana 15, Spinea 14, San Martino Speme 14, Marignanese 11 Ambrosiana, Dolomiti Bellunesi, Luparense e Levico una gara in meno.

tutte le notizie di