Serie D

Luparense imbrigliata dal Cjarlins, la vetta si allontana ancora

Luparense imbrigliata dal Cjarlins, la vetta si allontana ancora

Lupi ancora sotto tono, la vittoria manca da quasi due mesi

Redazione PadovaSport.TV

Mentre Arzignano e Union Clodiense procedono spedite (vittoriose nettamente anche oggi), la Luparense è costretta dal Cjarlins a un'altra brusca frenata. Equilibrio iniziale spezzato dalla rete di bomber Rivi, giunto così al nono centro stagionale. Squadra di mister Zanini carburata col passare dei minuti, ma colpita di fatto a freddo in avvio di ripresa: Rocco colpisce in piena area e ristabilisce la parità. Di lì in poi pericolosi Cardellino e Arthur, ma il muro friulano non accenna a scalfirsi. Quarto pareggio consecutivo per i Lupi.

Bagarre autentica creatasi a ridosso della zona play-off, quest’oggi i lupi vedono dinanzi a sé un possibile crocevia per il prosieguo del campionato. Giunge infatti al Casée un Cjarlins Muzane non certo in stato di grazia, ma potenziale mina vagante. Una buona striscia di risultati, quella dei friulani, interrottasi bruscamente il 12 dicembre scorso, dopodiché soli due punti nei successivi cinque impegni e regressione sino al decimo posto in classifica. Rossoblù, invece, a secco di vittorie da tre turni. “La partita del riscatto”, titolo eloquente e assai appropriato per presentare il match odierno; con l’auspicio di ammirare in campo una vera fame da Lupi!

LA CRONACA

Rotea le scelte Mister Zanini rispetto alla gara di Sedico: Rabbas rimpiazzato da Chajari, Rivi dal primo minuto al fianco di Cardellino, oltre al rientro di Cherubin dopo aver scontato la squalifica. Il Cjarlins, dal canto suo, replica con il suo 4-2-3-1 puntando parecchio sull’interscambiabilità dei propri funamboli offensivi, tra cui l’ex di turno Venitucci. Primi squilli del match, in ogni caso, di stampo rossoblù: al 9’ Chajari aziona in campo aperto Rivi, con Barlocco decisivo nell’anticiparlo. Stesso copione nove minuti più tardi: filtrante di Cardellino, uscita provvidenziale di Barlocco in chiusura sull’attaccante ex Trento. Tenta la sortita anche Rubbo, splendida la sua acrobazia in piena area, con la presa sicura dell’estremo difensore ospite. Mentre al 27’ è un ottimo break di Chajari a smarcare Cardellino davanti alla porta, destro potente e traversa centrata in pieno.

Cjarlins abile ad interdire le azioni avversarie, meno in zona realizzativa: la conclusione a giro di Bussi è di fatto l’unico sussulto dei friulani; sul fronte opposto è invece Boscolo ad illuminare la scena con un assist al bacio per il colpo di testa inesorabile di Luca Rivi. Nono centro in campionato e Luparense in vantaggio al calar del primo tempo, risultato per l’appunto consolidato al rientro negli spogliatoi nonostante un paio di squilli per parte. Luparense cresciuta col passare dei minuti, occorrerà mantenere alti i giri del motore nella seconda metà di gara.

L’auspicio non si materializza, in avvio di ripresa si nota maggior convinzione nella manovra del Cjarlins. Di fatto bastano tre giri di lancette per colpire: azione insistita e caparbia sulla destra e zampata vincente di Daniele Rocco. Colpita a freddo la squadra di Zanini, il Cjarlins torna sul livello del mare.

Un colpo duro da assorbire per i rossoblù, gli ospiti ne possono approfittare specie a livello psicologico: occorre infatti un intervento prodigioso di Plechero per negare il gol di testa a Bussi, sul fronte opposto si palesa una certa confusione nello scovare spazi utili per incunearsi nell’area avversaria. Nel dettaglio pare quasi come la Luparense fatichi a distendersi in maniera fruttuosa sul rettangolo di gioco, allargando spesso il proprio raggio d’azione in maniera improduttiva. L’unica occasione nata dalle fasce, per intenderci, è l’assolo di Arthur dalla destra: finta a rientrare e bolide mancino finito di poco a lato. Pericolosi per vie centrali Rubbo e Cardellino, ma le mani di Barlocco ed un pizzico d’imprecisione impediscono di capitalizzare. Ad onor del vero, la squadra di Zanini va in doppia cifra in termini di tiri verso lo specchio, ma di fatto il Cjarlins può sbrogliare ogni minaccia senza affanni.

Termina dunque sul risultato di 1-1 allo Stadio Gianni Casée, risultato ripetuto per la quarta volta consecutiva. Prevale insomma il rammarico, ora la vittoria manca da quasi due mesi: il 18 dicembre scorso è di fatto la data dell’ultimo successo e al tempo stesso dell’ultimo match con più di un gol segnato dai Lupi. Il gol è andato perso, la classifica si complica con l’aggancio del Caldiero e l’allungo della Clodiense.

LUPARENSE – CJARLINS MUZANE 1-1

(Primo tempo 1-0)

LUPARENSE (3-4-1-2): Plechero; Zanella (86’ Pilastro), Ruggero, Cherubin; Boron, Chajari (65’ Cavallini), Boscolo, Cucchisi (46’ Arthur); Rubbo (71’ Laurenti); Rivi (65’ Vassallo), Cardellino   All. Zanini

CJARLINS MUZANE (4-2-3-1): Barlocco; Cucchiaro, Ristic, Dall’Ara, Ndoj; Venitucci (90+2’ Banse), Pignat (46’ Agnoletti); Bussi, Varano (71’ Forestan), Carlevaris (76’ Tobanelli); Rocco (66’ D’Appolonia)   All. Moras

MARCATORI: 37’ Rivi (L), 48’ Rocco (CM)

AMMONITI: 29’ Cucchisi (L), 74’ Arthur (L), 90+3’ Tobanelli (CM)

Arbitro: Claudio Giuseppe Allegretta (Molfetta)

tutte le notizie di