Serie D

Luparense, quinto successo casalingo di fila: ne fa le spese l’altro San Martino

Luparense, quinto successo casalingo di fila: ne fa le spese l’altro San Martino

Rossoblu senza grandi difficoltà contro le formazione veronese

Redazione PadovaSport.TV

La Luparense torna alla vittoria nel turno pre-pasquale, Botta e risposta Laurenti-Marini nel primo quarto d’ora contro il San Martino Speme, mentre al 34’ Ruggero riporta avanti i ragazzi di Zanini. È il rigore di Rivi a mandare agli archivi il match e a mettere il sigillo sul quinto successo casalingo consecutivo per i rossoblù. Di seguito formazioni e cronaca del match:

LUPARENSE (3-5-2): Plechero; Ruggero, Beccaro, Cucchisi; Boron (46’ Zanella), Laurenti (65’ Chajari), Boscolo (46’ Arthur), Pilastro, Meneghini (83’ Stringa); Rivi, Vassallo (59’ Rabbas)   All. Zanini

SAN MARTINO SPEME (4-2-3-1): Mora; Polo, Vignati, Ferrarese, Borin (63’ R. Marini); D. Marini, Bertaso; Ciuffo, Fanini, Balde (35’ Momodu); Moraschi (88’ Cissé)   All. Colantoni

MARCATORI: 3’ Laurenti (L), 14’ Polo (S), 34’ Ruggero (L), 86’ Rivi (rig.) (L)

AMMONITI: 36’ Meneghini (L), 40’ Moraschi (S), 45+1’ Vassallo (L), 59’ Zanella (L)

ESPULSI: 33’ Ferrarese (S) per gioco scorretto

DIRETTORE DI GARA: Marco Russo (Torre Annunziata)

TIRI (NELLO SPECCHIO): 18 (8) – 5 (3)

FALLI: 10 – 11

CORNER: 3 – 2

Fa roteare i propri effettivi Mister Zanini, schierando Cucchisi nell’inedito ruolo di centrale nella difesa a tre e riproponendo Meneghini come laterale a destra. A stappare il match è in ogni caso Gianluca Laurenti, con la consueta magia estratta dal cilindro: l’ex Legnago Salus riesce infatti ad incunearsi per vie centrali e a battere Mora con il mancino. Il centrocampista ferrarese si è preso ormai le redini del centrocampo rossoblù: terzo centro stagionale e secondo consecutivo allo Stadio Casée.

Gli ospiti rimangono comunque agganciati al match: all’altezza del quarto d’ora Tommaso Polo sfrutta l’assist al bacio fornitogli da Ferrarese per colpire in sforbiciata la porta di Plechero. Con balistica pura, il terzino della formazione di Colantoni ristabilisce la parità gelando gli entusiasmi in tribuna.

La Luparense, riacciuffata per i capelli, ora è costretta a premere sull’acceleratore. Pericoloso per due volte Pilastro con il suo destro poderoso: prima riesce solo a sfiorare l’incrocio, poi è Mora ad agguantare la sfera complici anche un paio di deviazioni. Pericoloso sul fronte opposto Davide Morini con un bolide dalla distanza di poco a lato, con palla indirizzata all’incrocio. Episodio chiave poco oltre la mezz’ora: Ferrarese stende a ridosso del limite dell’area Rivi, venendo espulso dal direttore di gara. I ragazzi di Mister Zanini sfruttano a dovere il calcio di punizione successivo e Ruggero, dopo la respinta della barriera sul tiro di Boron, riesce a colpire con una splendida volée mancina. Un piede da centrocampista quello del difensore scuola Padova, in grado così di confermare il suo tipico vizio del gol e di riportare in vantaggio i Lupi.

I difensori rossoblù saranno protagonisti indiscussi della prima frazione di gioco: a 3’ dall’intervallo Ciuffo elude l’uscita di Plechero e calcia a botta sicura con la porta sguarnita, trovando però il salvataggio eroico di  Cucchisi, abile a deviare in tuffo di testa. Intervento che vale come un gol per il classe 2003, con la Luparense che si salva e sfiora successivamente anche la terza rete con un diagonale mancino di Rivi. Padroni di casa che fanno rientro negli spogliatoi in vantaggio di una rete e di un uomo, a Mister Zanini ora il compito di adottare eventuali accorgimenti.

Tante le occasioni per arrotondare il punteggio in avvio di ripresa: al 66’ provvidenziale Mora sul destro di Rivi, tre minuti più tardi Rabbas riesce a sfondare per vie centrali ma trova l’ estremo difensore nerazzurro a sbarrargli la strada, sulla ribattuta Pilastro e Chajari tentano il jolly dal limite dell’area mancando però lo specchio. L’unica occasione rilevante per gli ospiti è di fatto il colpo di testa di Fanini, su punizione ben battuta da Davide Marini, con palla a lato di un soffio (71’). Negli ultimi minuti la Luparense manda agli archivi il match grazie ad un penalty conquistato da Rabbas per fallo commesso da Riccardo Marini: dal dischetto implacabile come di consueto Luca Rivi, che spiazza Mora siglando il suo diciassettesimo sigillo stagionale, una tassa ormai da pagare per qualsiasi difesa.

Il match del Gianni Casée termina dunque con il successo della Luparense, il quinto consecutivo tra le mura amiche. Una performance positiva, una vittoria conquistata in scioltezza per la squadra di Mister Zanini, per la quale ora la pausa del campionato potrà indubbiamente giovare. Sarà infatti necessario ricaricare le pile in vista del doppio impegno di fuoco con Campodarsego e Clodiense, in programma al termine delle vacanze pasquali. L’ Adriese è uscita vittoriosa in extremis in quel di Cattolica ed è dunque sempre a -1, la lotta per il terzo posto si annuncia alquanto serrata.