Serie D

Luparense, sgambetto all’Union Clodiense (che vede allontanarsi i sogni di gloria)

I veneziani non approfittano dell'ennesimo pari della capolista, ai rossoblu un pari che sta molto stretto

Redazione PadovaSport.TV

La Luparense impone il pari alla seconda forza del campionato, l'Union Clodiense, che non approfitta del secondo pareggio di fila dell'Arzignano (2-2 con l'Adriese) e vede allontanarsi forse definitivamente la possibilità di raggiungere il primo posto. La squadra di Zanini disputa un’ottima prima frazione di gioco, quasi a voler palesare il desiderio di riscattare il K.O. beffardo maturato al Ballarin. Rivi fallisce un penalty, salvo poi fornire l’assist per la rete di Capitan Rubbo. I rossoblù producono, mancando soltanto l’ acuto decisivo, venendo raggiunti da Cuomo a ridosso dell’ora di gioco. Nel finale qualche occasione da ambo le parti, ma la gara termina in parità.

La cronaca

Prima occasione del match a beneficio dei Lupi al 13’, con Boron protagonista di un’ottima sgroppata e di un assist smarcante per Rubbo, il cui destro viene deviato in corner da Passador. Clodiense in grado di distinguersi per il fraseggio a ridosso del limite dell’area, non altrettanto per la produzione di reali occasioni. Sul fronte opposto la Luparense riesce invece a ritagliarsi un’occasione dal dischetto per fallo di Mboup ai danni di Capitan Rubbo. Dagli undici metri Luca Rivi si fa però ipnotizzare da Passador, fallendo l’appuntamento con il suo diciottesimo sigillo in campionato. La squadra di Zanini ha il merito di non disunirsi e continuare a premere sull’acceleratore, palesando una manovra più efficace e qualitativa e riuscendo ad addentrarsi a ridosso dell’area avversaria. Dagli sviluppi di un corner ben battuto da Boron, spizza di testa Cardellino, rimette in mezzo Rivi e rifinisce Alberto Rubbo con un tap-in vincente sottoporta. Rigore conquistato e rete del vantaggio per il Capitano, autore indubbiamente di un primo tempo notevole santificato con la nona rete stagionale.

Primo tempo che va agli archivi con i padroni di casa meritatamente avanti, attenzione ora ad un possibile ritorno di una Clodiense affamata, alle prese con le ultime chance di vittoria del girone. E la ripresa prende il via con la formazione ospite decisamente più arrembante nella metà campo avversaria. Ad onor del vero i rossoblù vanno anche vicini al raddoppio con Cucchisi (59’), ma vengono poi puniti poco oltre l’ora di gioco: sugli sviluppi di una lunga rimessa laterale battuta da Serena, Cuomo impatta sottoporta risolvendo una folta mischia in area. Pareggio beffardo per la squadra di Zanini, specie prendendo in esame la dinamica rocambolesca dell’azione. Gli ospiti si riportano sul livello del mare, di fatto sfruttando uno dei pochi pericoli creati sin lì.

Nella mezz’ora rimanente è caccia al successo, con le due squadre consce di come un pareggio potrebbe non bastare per traguardare in pieno i propri obiettivi stagionali: al 70’ Boron innesca Rivi, che mette a lato di poco in piena area; poco più tardi Laurenti calcia sull’esterno della rete sfruttando lo spunto di Cucchisi. Sul fronte opposto si segnala un gran tiro dalla distanza di Fasolo, deviato in angolo da Plechero quasi da pallavolista. Scadono in ogni caso i 4’ di recupero decretati dal signor Bozzetto di Bergamo ed i Lupi non hanno più modo di azzannare gli avversari. Il big match del Casée va dunque agli archivi con un pareggio dal sapore agrodolce, con alcuni rimpianti per le palle gol non sfruttate. La cattiveria e la determinazione agonistica non sono certo mancate e la squadra ha saputo reagire al risultato del derby di sabato. Restano ora tre impegni con cui tentare di riprendersi il podio del campionato: Prodeco Montebelluna, Cartigliano ed Ambrosiana per conquistare punti preziosi in vista della partenza dei play off del 22 maggio.

tutte le notizie di