Nuovo dpcm, cosa è consentito e cosa no. Parola del Ministro Spadafora

di Lorenzo Aluigi

L’interpretazione sportiva del nuovo dpcm ha dato spazio alla libera interpretazione, ma in mattinata sono arrivate le delucidazioni del Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora (in foto).

COSA E’ CONSENTITO

Le gare dei campionati Nazionali e Regionali, ma solo legate alle prime squadre (Serie D, Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria). Per quanto riguarda gli allenamenti resta tutto invariato, almeno fino a nuovo, eventuale, ordine.

COSA NON E’ CONSENTITO

Le gare dei campionati giovanili che, anche se Regionali, dovranno stopparsi almeno fino al 13/11. Stesso provvedimento, ovviamente, per le scuole calcio. Il provvedimento coinvolge sia i match di campionato che quelli amichevoli. Ferma anche la Terza Categoria, essendo Provinciale, e il calcio amatoriale. Gli allenamenti potranno svolgersi, ma limitando i contatti: no quindi a partitine, 1 vs 1, 2 vs 1 ecc. Ci si potrà allenare con il giusto distanziamento, evitando assembramenti di squadra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy