Serie D, all’Este serve una scintilla. Farinazzo: “Momento no, ma la squadra è viva”

di Lorenzo Aluigi

La sconfitta patita ieri nel derby contro la Luparense ha acuito la crisi di risultati dell’Este. Si tratta del classico periodo in cui la palla non ne vuol sapere di entrare, perchè se dobbiamo analizzare le occasioni il dato è certamente positivo. I ragazzi di Max De Mozzi creano molto, ma le ultime uscite non li stanno premiando. Ieri, al cospetto di una squadra forte come la Luparense, non sono state sfruttate le tante occasioni in area avversaria, mentre gli avversari si sono dimostrati cinici. I Lupi hanno infatti capitalizzato al meglio le palle gol, mettendo in vetrina un Rubbo formato monstre.

Abbiamo parlato del difficile momento in casa atestina con l’attaccante Marco Farinazzo, amareggiato per l’attuale momento:

Purtroppo ci troviamo a parlare di un’altra sconfitta e facciamo fatica a spiegarcelo. Le partite sono sotto gli occhi di tutti, creiamo tanto, ma non concretizziamo. In particolare le ultime tre sono state stregate: con il Mestre abbiamo perso in casa dopo aver dominato, a Sedico è stata una bellissima partita con una moltitudine di chance e ieri siamo arrivati tantissime volte in area. E’ il classico momento no, sembra banale dirlo, sta di fatto che sia la realtà. Lo spogliatoio è unito come sempre, siamo un bellissimo gruppo e ovviamente sentiamo il peso di questa situazione. Dobbiamo però essere bravi a continuare a spingere, è quello che abbiamo sempre fatto. Ora più che mai serve avere fiducia nelle nostre qualità, consapevoli che possa bastare una scintilla per rimettere in moto la macchina.

(sfoglia le schede per continuare a leggere)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy