Serie D, Cjarlins Muzane: cosa non ha funzionato nel rapporto con Sottovia?

di Lorenzo Aluigi

Dario Sottovia era stato il colpaccio di inizio mercato del Cjarlins Muzane, desideroso come non mai di giocarsi ogni carta per raggiungere il primato. L’arrivo del classe ’89 aveva scaldato la piazza, certa che si trattasse del tassello mancante in una rosa già costruita per vincere. Il bomber veneto, di cui tutti noi conosciamo le devastanti caratteristiche in area di rigore, si presentava con un buonissimo bottino di reti messo a segno con la maglia dell’USG Sedico. Al momento del passaggio in Friuli, Sottovia era tra i principali marcatori del torneo, ma non ha saputo confermare le ottime medie realizzative. Ad influire sul rendimento poco positivo ci ha pensato il non buon andamento del Cjarlins in campionato, con la squadra incappata in una serie di risultati negativo che hanno spinto il patron Zanutta ad esonerare Bertino.

(sfoglia le schede per continuare a leggere)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy