Serie D, è l’ora di Pasha: l’Este si gode la crescita del suo gioiellino

di Lorenzo Aluigi

Lo 0-3 di ieri a Carlino ha confermato l’ottimo momento dell’Este di Max De Mozzi, una squadra compatta, divertente e cinica quando deve colpire. I tre ganci al mente rifilati al Cjarlins Muzane hanno ufficialmente aperto la crisi in casa friulana, il patron Zanutta ha definito il tutto con la parola “tracollo”. Gli atestini si regalano il sesto posto in classifica, ma per una volta la copertina non è per Marco Farinazzo, e già questa è una notizia (a proposito, dodicesima perla stagionale per il 24enne padovano). Il numero 11 giallorosso ha segnato su rigore, ma va dato ampio risalto alla prestazione mastodontica di Patrick Pasha, gioiello classe ’00 che si è prima guadagnato la massima punizione e poi ha virtualmente chiuso i giochi con il punto del 2-0. Secondo gol stagionale per lui, che sta dimostrando di saper crescere in maniera esponenziale, lavorando per la squadra e dialogando con i compagni. Ha cercato tanto la rete, ha avuto un po’ di sfortuna, ma alla fine l’ha trovata: altra scommessa vinta dall’accoppiata Sannazzaro/De Mozzi, l’Este vince e convince, con un Pasha in più.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy