Serie D, il Trento di Parlato mette il turbo e vola in classifica. Debutto per Nunes

di Redazione PadovaSport.TV

È una Serie D no-stop. Con questi 22 recuperi tra ieri e martedì restano 92 match da disputare: 72 squadre sono in pari. Il Trento (C) ne approfitta e con il 2-1 al Montebelluna (12 risultati utili di fila) si è staccato dalla Manzanese.

Ecco com’è andata ieri a Trento

Mister Parlato deve rinunciare ai lungodegenti Bran e Osuji, mentre Cazzaro – non ancora al meglio – deve accomodarsi in panchina. L’allenatore gialloblù opta per il classico “4-3-1-2” confermando Ronco tra i pali alle spalle della linea difensiva composta da Galazzini e Tinazzi sulle corsie esterne con Trainotti e Dionisi centrali. Gatto agisce da playmaker in mezzo al campo con al suo fianco nel ruolo di interni Caporali e Nunes, all’esordio in gialloblù a pochi giorni dal suo arrivo. Belcastro agisce da trequartista alle spalle del tandem offensivo formato da Aliu e Pattarello, alla seconda presenza consecutiva da titolare.

Il Trento parte bene e al 13’ passa subito in vantaggio: azione che parte dalle retrovie con il recupero palla di Gatto, Trainotti serve subito Belcastro, che imbecca Pattarello sulla corsia di destra: l’attaccante aquilotto riceve e punta la difesa avversaria, entra in area e mette al centro un cross sul quale Bonato commette un’indecisione. La palla resta viva e Aliu, da vero rapace dell’area di rigore, controlla col petto e con il destro scarica la palla in rete.

Gli ospiti non sono mai pericolosi e il Trento va vicino in un paio di occasioni al raddoppio con uno straripante Pattarello: al 23’ il suo mancino è troppo debole, mentre alla mezz’ora Bonato è bravo a respingere con Nunes che di poco non arriva sulla respinta.

Il primo tempo si chiude con due infortuni per ambedue le squadre: al 33’ è lo stesso Pattarello a fermarsi per un problema muscolare mentre al 43‘ Marchiori deve abbandonare il campo per un infortunio al ginocchio.

La seconda frazione si apre subito con una doccia fredda per la squadra di casa: lancio a imbeccare Franceschini che è bravo a servire Fasan con il tacco e il numero dieci trevigiano trova il gol della domenica con un sinistro da fuori area che toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali con Ronco immobile.

Gli ospiti prendono coraggio e intorno al quarto d’ora creano un altro spauracchio ai padroni di casa con Lukanovic che da pochi metri mette in rete, ma il guardalinee ferma tutto per fuorigioco.

Passano una decina di minuti e dagli sviluppi di una punizione nei pressi della bandierina guadagnata da Ferri Marini, il difensore biancoceleste De Min tocca con il braccio e per l’arbitro non ci sono dubbi: calcio di rigore perfettamente trasformato dallo specialista Gatto, che spiazza Bonato e fa 2 a 1.

Il match si conclude senza altre emozioni, con il Trento che controlla agevolmente le operazioni e conduce in porto il risultato, salendo a quota 40 in classifica, a più tre sulla Manzanese.

Domenica lunga trasferta in terra veneta per affrontare il Delta Porto Tolle, oggi vittorioso sul campo della Virtus Bolzano.

Il tabellino.

TRENTO – MONTEBELLUNA 2-1

TRENTO (4-3-1-2): Ronco; Galazzini, Trainotti, Dionisi, Tinazzi (18’st Contessa); Caporali, Gatto, Nunes (7’st Ferri Marini); Belcastro; Pattarello (35’pt Pilastro, 7’st Amadori), Aliu (38’st Salviato).

A disposizione: Cazzaro, Rivi, Comper, Santuari.

Allenatore: Carmine Parlato.

MONTEBELLUNA (3-5-2): Bonato; Fabbian, Marchiori (48’pt De Min), Zucchini; Bardini (41’st Preknicaj), Girardi (30‘st Maronilli), Pulzetti (11’st Shala), Zago, Martin (21’pt Franceschini); Fasan, Lukanovic.

A disposizione: Rizzotto, Corro, Cecchele, Tomasi.

Allenatore: Daniele Pasa.

ARBITRO: Iacobellis di Pisa (Mastrosimone di Rimini e Decorato di Cosenza.

RETI: 13’pt Aliu (T), 1’st Fasan (M), 27’st Gatto (T).

NOTE: partita disputata a porte chiuse. Tempo soleggiato. Campo in buone condizioni. Ammoniti Galazzini (T), Caporali (T), De Min (M) e Fasan (M). Calci d’angolo 6 a 3 per il Trento. Recupero 8’ + 4’.

La classifica, prime posizioni

Trento 40, Manzanese 37, Union Clodiense 34, Belluno 34, Mestre 33, Luparense 30

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy