calcio triveneto

Serie D, la Luparense torna al successo: travolto il Cattolica

Luparense

Rossoblu di prepotenza sui romagnoli, archiviata in fretta la sconfitta di Arzignano

Redazione PadovaSport.TV

La Luparense guarda avanti dopo la sconfitta maturata mercoledì al Dal Molin di Arzignano e rilancia subito il proprio cammino. Allo Stadio Casée la squadra di Zanini non conosce sconfitta dall’ormai lontano 14 novembre, quando proprio la capolista Arzignano riuscì nell’intento di espugnare la tana dei Lupi. Ieri i rossoblu hanno battuto nettamente il Cattolica per 3-0.

LA CRONACA

Rotea i propri effettivi Mister Zanini, proponendo cinque cambi rispetto all’undici ideale e concedendo un turno di stop al sin qui onnipresente Plechero. Prima chance a beneficio dei rossoblù dopo sei minuti di gioco, con il traversone di Meneghini e la conclusione di Rubbo ben respinta da Scotti. Sul fronte opposto si fa notare anche il Cattolica: su calcio d’angolo battuto da De Angelis, svetta di testa Sakaj ma coglie solo l’esterno della rete. Sarà uno dei pochi squilli prodotti dalla formazione di Attilio Bardi. I padroni di casa fanno infatti valere la propria superiorità e riescono a colpire con Frison, abile a centrare l’angolino col mancino dal limite dell’area, lasciando pietrificato l’ estremo difensore giallorosso. Prima rete stagionale per il centrale veneziano e vantaggio rossoblù dopo poco più di venti minuti.

La partita pare incanalarsi sui binari più opportuni, lo testimoniano la traversa colpita da Cavallini e la sgroppata palla al piede di Cardellino, che conclude sfiorando la rete del raddoppio. Sul fronte opposto i romagnoli dimostrano di saper sfruttare  le palle inattive e vanno vicini al pareggio: sugli sviluppi di un corner battuto da De Angelis, è infatti provvidenziale il salvataggio sulla linea di Laurenti sulla zampata di D’Angelo. Entrato da pochi istanti in campo, risulta subito decisivo l’ex Legnago Salus. Prima si salva e poi colpisce nuovamente la squadra di Mister Zanini: sul finire del primo tempo è infatti Cardellino, su assist millimetrico di Meneghini, a colpire sottoporta e a battere Scotti. L’attaccante argentino rompe così il digiuno che durava dalla gara casalinga con il Caldiero.

Il primo tempo va agli archivi con i Lupi in vantaggio di due reti, ora sarà necessario mantenere i nervi saldi per scongiurare l’ eventuale reazione avversaria. In tal senso, l’approccio pare esser quello giusto anche in avvio di ripresa: dopo neppure un minuto Laurenti riesce a colpire in mezza rovesciata sugli sviluppi di un corner battuto da Chajari, consolidando la propria ottima performance e mettendo il sigillo al match. Di lì in poi sarà infatti pura accademia, con la Luparense a premere ancora il piede sull’acceleratore: all’ora di gioco Rivi colpisce con il destro l’esterno della rete, successivamente Laurenti sfiora per due volte la doppietta personale trovando però un attento Scotti sulla sua strada. Sul versante opposto Abubakar tenta di seminare il panico per vie centrali, ma viene chiuso al momento del tiro dopo aver triangolato con Montesi; in pieno recupero da segnalare una nitida chance per Padulano, il cui destro da fuori area viene controllato in due tempi da Matteo Piva. Così facendo, anche l’estremo difensore classe 2004 ha avuto modo di bagnare in maniera positiva il proprio esordio.

Dopo quattro minuti di recupero il Signor Torreggiani di Civitavecchia sancisce la parola fine sulla sfida del Casée, consentendo alla Luparense di mettere in cascina la quarta vittoria nelle ultime sei di campionato. Dopo la sconfitta di Arzignano, occorreva proprio questo alla squadra rossoblù: una vittoria quanto più possibile tonda e autorevole, con cui rilanciare le proprie ambizioni. Era tutt’altro che scontato considerato l’ ottimo stato di forma dell’avversario, sospinto pure da un discreto numero di supporters in grado di far valere la propria voce con passione. I giocatori fin qui meno utilizzati hanno sfruttato a dovere la chance concessa, Meneghini su tutti, altro motivo per poter sorridere. Mister Zanini potrà ora lavorare con ottimismo in vista del derby con l’Este in programma sabato prossimo.

 

LUPARENSE (3-4-1-2): Piva; Zanella, Frison, Ruggero (49’ Beccaro); Arthur (73’ Cucchisi), Cavallini (49’ Pilastro), Chajari, Meneghini; Rubbo (38’ Laurenti); Cardellino, Rivi All. Campi

CATTOLICA (5-3-2): Scotti; Pipoli, Palazzi (44’ Nanni), D’Angelo, Morri, Sakaj (49’ Leonetti); Montesi (49’ Abubakar), De Angelis (78’ Aprea), Sami; Rabbeni (79’ Moricoli), Padulano All. Bardi

MARCATORI: 23’ Frison (L), 44’ Cardellino (L), 46’ Laurenti (L)

AMMONITI: 32’ Cavallini (L)

DIRETTORE DI GARA: Silvio Torreggiani (Civitavecchia)

TIRI (IN PORTA): 11 (11) – 8 (3)

FALLI: 9 – 10

CORNER: 3 – 5

tutte le notizie di