Serie D, Luparense: la squadra è viva, ma ora servono i punti

di Lorenzo Aluigi

Il ko di ieri rimediata contro un buon Caldiero Terme è stato pesante per la Luparense, che aveva reagito molto bene dopo il primo gol subito ma che non ha saputo amministrare con lucidità. I 24 punti conquistati finora non possono soddisfare a pieno la società, le ambizioni dei rossoblu sono sempre state importanti. Se a preoccupare non è il gioco (la squadra è più che mai viva), è infatti la classifica che “piange”, in tal senso i prossimi due incroci con Manzanese e Union Clodiense saranno decisivi per capire quanto i Lupi possano ancora dire la loro in questo girone. Al momento le lunghezze dalla capolista Manzanese sono dieci, il Trento ha però una gara in più da recuperare rispetto ai rossoblu. Si deciderà tutto in tre giorni al Casee, prima i friulani e poi i granata di Andreucci, Zanini cerca risposte soprattutto da una difesa apparsa distratta nelle ultime uscite. L’attacco comincia ad ingranare bene, il trio formato da Venitucci, Finocchio e Santi segna con regolarità: servono però anche i gol del centrocampo per riproporsi in maniera ambiziosa, unita ad una solidità difensiva assolutamente da ritrovare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy