Serie D, Mestre: Matteo Chin entra e la decide con una meraviglia

di Lorenzo Aluigi

Gianpietro Zecchin ritrova i tre punti e riprende ossigeno, anche se le analisi del tecnico del Mestre sono sempre precise e mai fuori luogo. Il mister arancionero è sempre il primo a riconoscere eventuali demeriti dei suoi ragazzi quando la squadra non gira, al contrario non risparmia i complimenti quando arrivano prestazioni convincenti. Nel match vinto ieri contro l’Adriese e sul risultato di 2-1 a favore, ci ha pensato Matteo Chin (in foto) a chiudere i giochi, grazie ad un gol di rara bellezza per rapidità, pulizia nel movimento e imprevedibilità, oltre che per una tecnica sopra la media. Il folletto mestrino, entrato nel corso della ripresa, ha messo giù all’altezza della metà campo un bel lancio di Frison, accendendo il motorino e accentrandosi mentre tutta la difesa polesana cercava di arginarlo. Nulla da fare però, perchè il numero 21 li ha seminati tutti e dal suo destro è partita una meraviglia a giro che si è incastrata sotto l’incrocio dei pali, difesi da un incolpevole Marocco. Una perla che, in tempi migliori, avrebbe fatto venire giù il Baracca, ma Chin può star certo che i tifosi abbiano apprezzato anche da casa: il suo secondo centro in campionato ha reso inutile il gol di Marangon, regalando tre punti vitali al suo Mestre.

Leggi tutte le news sul calcio dilettanti triveneto, clicca qui 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy