Serie D, Mestre: quando un episodio ti sblocca mentalmente. Ora sei scontri diretti in otto partite

di Lorenzo Aluigi

E’ nei momenti di maggior difficoltà che un gruppo si compatta. E’ il caso del Mestre, che dopo un periodo a dir poco difficile è riuscito a sfoderare una prestazione mastodontica sul campo del Trento. Un 2-2 che sa di vittoria per come è arrivato, ma soprattutto utile a mettere in evidenza le potenzialità di un gruppo giovane e affiatato. Tutto questo dopo un inaspettato 0-1 casalingo contro l’Ambrosiana, preceduto da quattro sconfitte in cinque partite. La riscossa è arrivato sul campo più difficile del girone, andando a controbattere colpo su colpo alla corazzata trentina guidata da Carmine Parlato. Gli arancioneri l’avrebbero anche vinta, se non avessero trovato sulla loro strada un Cazzaro formato monstre. E’ il classico punto che fa morale e talvolta capita che siano gli uomini meno attesi a dare la scossa necessaria per riprendere la marcia.

(sfoglia le schede per continuare a leggere)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy