Serie D, ‘orange’ a confronto: in palio l’altissima classifica

di Lorenzo Aluigi

Il Baracca apre le porte ad uno scontro d’alta classifica e che promette assoluto spettacolo. Mestre-Manzanese mette di fronte due squadre in salute e che viaggiano a vele spiegate nelle zone più nobili della classifica, proponendo un calcio frizzante, divertente e che esalta la coralità. I mestrini, reduci dal ko di Caldiero, hanno 27 punti, mentre i friulani rispondono con 28 e il morale alle stelle dopo il 2-1 ai danni del Montebelluna. Sarà soprattutto un testa a testa tra Gianpietro Zecchin e Roberto Vecchiato, quest’ultimo può contare su un attacco atomico e al momento il più prolifico del girone con 32 reti, ma i mestrini non sono da meno e si collocano immediatamente dietro in questa speciale graduatoria (24). I padroni di casa dovranno dimostrare di saper reagire all’ultimo stop, Zecchin non ha mai trovato scuse per le battute d’arresto, ma allo stesso tempo la squadra è apparsa sempre viva. Negli ultimi giorni è partito Lancini, direzione Cavese, una perdita significativa per il gruppo, i friulani rispondono invece con la straordinaria vena realizzativa di Fyda e Moras (8 gol a testa): i fuochi d’artificio sono assicurati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy