Serie D, Trento, parla Grasjan Aliù: “Che intesa con il Condor!”

di Lorenzo Aluigi

I tre gol in due gare sono piuttosto eloquenti per far comprendere che tipo di attaccante sia Grasjan Aliù. Siamo probabilmente di fronte al centravanti più forte della categoria, un killer instinct sensazionale di cui hanno beneficiato anche Campodarsego e Adriese negli ultimi anni. Per il classe ‘89 sono 42 gol nelle ultime due annate, un bottino mostruoso che ha fatto gola al Trento, che l’ha convinto costruendogli attorno una rosa da capogiro.

Proprio Aliù parla dell’ultima vittoria contro il Delta: «Siamo andati a prendercela con voglia estrema, dopo essere andati sotto. L’1-1 è frutto di una grande intesa con il Condor (Pietribiasi, ndr), questa situazione l’abbiamo provata e riprovata mille volte in allenamento. Ad inizio ripresa siamo stati bravi a ribaltarla e poi abbiamo sofferto come una vera squadra, non era assolutamente scontato riuscire a vincere.»

Il Delta è venuto fuori alla fine, ma il Trento ha dimostrato compattezza: «Siamo stati tosti – continua Aliù – Abbiamo fatto di tutto per farli avvicinare meno possibile alla porta. Verso la fine ci siamo abbassati un po’ troppo, ma era fisiologico, pioveva e il campo era pesante. Loro hanno cominciato con le palle lunghe, tuttavia abbiamo retto bene: l’importante era portarla a casa e ci siamo riusciti. Ora sotto con l’Este, sarà una bellissima partita tra due squadre in forma.»

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy