Eccellenza

United Borgoricco Campetra, via al lungo post season verso la serie D

United Borgoricco Campetra, via al lungo post season verso la serie D

I padovani di Bertan accedono al triangolare delle seconde contro Montecchio e Treviso. Si comincia domenica prossima

Redazione PadovaSport.TV

Lo United Borgoricco Campetra strappa il pass per il triangolare delle seconde. Pareggiando per 2-2 il big-match con l’Arcella, infatti, la squadra di Alessandro Bertan ha conquistato così il secondo posto che vale l’accesso al triangolare che metterà in palio i playoff nazionali per il salto in serie D.

Prossime avversarie: Montecchio e Treviso

Già a partire da domenica prossima se la vedranno con due autentiche corazzate: da una parte il Montecchio Maggiore, che ha chiuso al secondo posto il girone A di Eccellenza dopo aver vinto la Coppa Italia regionale (ed essere uscito ai quarti nazionali per mano del Ciliverghe), dall’altra la «nobile decaduta» Treviso, vicecampione del girone C alle spalle del Portogruaro.

La cronaca

L’attesissimo scontro diretto con l’Arcella richiama al Comunale di Borgoricco il pubblico delle grandi occasioni: ai padroni di casa basta il pareggio ma al 20’ è Poncia a stappare l’incontro firmando l’1-0 con una precisa volée su «spizzata» di Cappella, bravo a farsi trovare pronto sul solito cross con il contagiri di Molin. Gli ospiti non ci stanno e reagiscono con rabbia, ma sono sempre i padroni di casa ad avere le migliori occasioni per arrotondare il risultato: al 75’ è una zampata in mischia di Ballarin a rimettere il match in equilibrio ma all’83’ ci pensa bomber Cappella (nella foto) a riportare avanti la United con l’ennesima perla stagionale, trasformando in oro una perfetta imbeccata del neoentrato Vasic.

L’Arcella non molla e all’89’ è un’altra mischia furibonda a valere il 2-2, con una stoccata di Cherif che si insacca imparabilmente all’incrocio dei pali. Ma il cuore dei padroni di casa non barcolla e il risultato non cambia più fino al triplice fischio. «Abbiamo fatto una grandissima partita e il pareggio finale non rispecchia quanto visto in campola gioia del direttore sportivo Luigi FautelliIl loro portiere ha fatto tre autentici miracoli su Regazzo, Cappella e Tescaro, a cui va aggiunto un salvataggio sulla linea. Noi, al contrario, abbiamo rischiato solo su azioni di mischia. Questo secondo posto è un traguardo straordinario e sono fiero nel dire che ce lo siamo meritati. Anche oggi la squadra ha risposto alla grande: siamo in salute e vogliamo continuare a sognare. Montecchio Maggiore e Treviso sono due corazzate, ma ce la giocheremo con le nostre armi. Proprio come abbiamo sempre fatto».

tutte le notizie di