Cittadella, Paleari punge il suo allenatore: “Gli avversari oramai ci conoscono, sono quattro anni che soffriamo certe situazioni…”

Il Cittadella soffre molto a casa propria (terza sconfitta consecutiva quella con l’Empoli), il portiere Paleari, uno degli uomini simbolo di questa squadra è piuttosto critico (si potrebbe leggere anche un messaggio neanche troppo velato al proprio allenatore in queste parole): “Inutile cercare alibi sugli episodi che hanno deciso questi ultimi risultati al Tombolato – spiega, intervistato da Il Gazzettino – Sono però convinto che le squadre che vengono qui da noi sanno benissimo come noi giochiamo e sono preparate su come affrontarci. Il nostro gioco cerca sempre di essere propositivo sia in casa che fuori e tanti avversari quando vengono qui tengono un atteggiamento coperto per partire in contropiede. Sono quattro anni ormai che soffriamo queste situazioni e credo che continueremo a soffrirle. Ci dispiace perchè non è bello per i nostri tifosi pagare il biglietto e poi tornare a casa rosicando perchè non facciamo punti”. Come si può invertire questa rotta, che di certo non facilita la corsa ai play-off? “Non sono io l’allenatore – continua Paleari – in questi anni il nostro gioco ha seguito un linea ben precisa senza cambiare il proprio modo di stare in capo. Noi giocatori seguiamo le direttive del tecnico, è lui che analizza la situazione e ci dice cosa fare”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy